A Frascati una giornata di sensibilizzazione sulla violenza di genere

0
216

(MeridianaNotizie) Roma, 22 novembre 2018 – Venerdì 23 novembre 2018 a partire dalle ore 9,30 nell’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, si terrà un evento di sensibilizzazione con le scuole superiori di Frascati, voluto dall’Amministrazione comunale. È prevista la proiezione del cortometraggio Eyes di Maria Laura Moraci, vincitore di numerosi festival in Italia e nel mondo e gli interventi della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza sul tema della violenza di genere. Alle ore 11 si terrà la Premiazione del concorso fotografico #guardachedonna con la consegna delle targhe ai vincitori del concorso che vedrà la partecipazione del fotografo professionista Corrado Spagnoli. Infine, alle ore 12, si terrà l’inaugurazione della Panchina Rossa in Passeggiata Belvedere. L’evento è organizzato in collaborazione con la Croce Rossa Italiana – Comitato Tusculum con l’intervento di Gioia Nardone Tedeschi, delegato Tecnico Locale CRI Tusculum. “Il dibattito sulla violenza di genere serve ancora, serve tantissimo – dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali Alessia De Carli -. Lo dimostrano i dati emersi dall’attività dei centri antiviolenza che svolgono il loro servizio sul territorio italiano. Dagli ultimi dati diffusi sappiamo che la violenza più frequente è quella psicologica, subita dalla maggioranza delle donne (73,6%), seguita da quella fisica (62,1% dei casi). Fino a pochi anni fa le donne avevano molta meno consapevolezza sul fatto di poter essere vittime di violenza psicologica o economica, oltre che fisica. C’è ancora molto lavoro da fare, a cominciare dalla Comunicazione: sulla panchina rossa abbiamo deciso di applicare una targa per promuovere il numero antiviolenza 1522. Un gesto semplice per offrire la possibilità a tante donne di fare una telefonata che può salvare la loro vita. Il 1522 è il numero di un servizio pubblico che mette in contatto con il centro antiviolenza più vicino alla propria residenza”. “La violenza di genere si combatte non solo con le leggi e le campagne di sensibilizzazione, ma cambiando i comportamenti delle persone e aiutando le donne ad abbattere le barriere socio-culturali che sono all’origine della violenza, identificando i cambiamenti che vorrebbero vedere nelle loro case, scuole e comunità – dichiara la Consigliera delegata alla Scuola Paola Gizzi -. Insomma, è indispensabile educare al rispetto della persona e dei diritti delle donne e contrastare gli stereotipi di genere, che sono alla base di una visione errata del ruolo di donne e uomini nella società. Per questo come Amministrazione ci stiamo impegnando attraverso iniziative e convegni per diffondere una maggiore sensibilità nelle relazioni tra i generi a tutti i livelli”.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)