Frascati, sabato 1 dicembre 58ª edizione Premio Nazionale Frascati Poesia Antonio Seccareccia

0
130

(MeridianaNotizie) Roma, 30 novembre 2018 – Siamo ormai in prossimità della cerimonia conclusiva che decreterà il 58° vincitore del Premio Nazionale Frascati Poesia Antonio Seccareccia, che ha attraversato, nella sua lunga storia, il meglio della poesia: da Alberto Bevilacqua ad Alfonso Gatto, da Vittorio Bodini a Raphael Alberti, da Giorgio Vigolo a Francesco Tentori, da Andrea Zanzotto a Valerio Magrelli, Roberto Deidier e in ultimo Davide Rondoni. Non è un caso che il titolo generale di questa edizione sia il “Sogno della poesia”. Qualcosa che non è un idillio retorico, né l’enfasi di una divagazione. Ma ancora una volta un “sogno vero e reale”: quello che dichiara la letteratura e lo studio sono i cardini essenziali per vivere la vita, le sue fatiche, le sue contraddizioni. “Frascati può davvero fregiarsi anche del titolo di Città della Poesia. Lo dimostra il suo Premio nazionale, intitolato a Antonio Seccareccia, che da 58 edizioni porta nella nostra Città grandi autori, letterati e poeti, trasformando Frascati in un vero e proprio crocevia della letteratura – dichiara il Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti -. Sarà l’occasione di accostarsi a tre differenti voci contemporanee, tre maniere diverse di raccontare l’uomo, le passioni e le emozioni. La poesia un tempo ritenuta un modo per trasformare le inquietudini della vita, oggi invece è un formidabile strumento di cultura e di pensiero, per interpretare e comprendere fino in fondo la nostra società. Ringrazio il Presidente dell’Associazione Frascati Poesia Arnaldo Colasanti e la Segretaria del Premio Rita Seccareccia per la cura, l’attenzione che impiegano nell’organizzazione del Premio Nazionale di Poesia Frascati Antonio Seccareccia”. Il Premio Nazionale Frascati Poesia continua il suo attivo rapporto con l’Amministrazione, l’associazionismo, la filiera ricchissima delle scuole territoriali di tutti gli ordini. La poesia resta un linguaggio essenziale che mette in rapporto coscienza, individui e collettività, supera l’intrattenimento ed esalta la visione, muove la ricerca, le ambizioni stesse di un paese. Il premio, oggi e nei suoi quasi sessant’anni, continua ad essere il cuore di un territorio italiano che si sente leader e di eccellenza, per la sua grande storia ed il suo sguardo turistico – culturale di prospettiva internazionale. I tre libri finalisti di quest’anno sono stati presentati Giovedì 29 novembre alle ore 17 presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma da Raffaele Manica e dal Direttore della Biblioteca Andrea De Pasquale e Venerdì 30 novembre alle ore 10,30 agli studenti degli Istituti Comprensivi di Frascati presso l’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini da Domenico Adriano, il pomeriggio, alle ore 15.30 agli studenti degli Istituti Superiori del territorio da Alberto Toni. Eccoli: Nuda proprietà (Melville) di Paolo Del Colle, Le forme della neve (Manni) di Zara Finzi, Primo e parziale resoconto di una storia d’amore (Nottetempo) di Valentino Ronchi.

Paolo Del Colle

“I giorni possono essere

certi giorni.

Un futuro libero

di non voler cambiare…”

 

Zara Finzi

“viene da Napoli, nevica. Lui

ha il cappotto nuovo

gliel’hanno regalato

quelli dell’associazione.”

 

Valentino Ronchi

“Avete così tanti libri e non li leggete

Non li avete mai letti. Mi assale il dubbio

che l’antiquario ve li abbia venduti per la legatura,

ci abbia preso bei soldi …”

 

Il Premio è organizzato dall’Associazione Frascati Poesia in collaborazione con il Comune di Frascati. Il vincitore della 58ma edizione e i vincitori del Premio Frascati Giovani verranno decretati sabato 1 dicembre, durante la cerimonia conclusiva che si terrà presso l’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini, Piazza Marconi n 6 – Frascati, a partire dalle ore 18.00.

Per maggiori informazioni: Associazione Frascati Poesia, tel. 06.94184575;

email: [email protected].

 

(a cura di Cecilia Guglielmetti)