Ardea, incendio doloso nel complesso residenziale Le Salzare: minacciata la consigliera Luana Ludovici (FOTO)

0
623

(MeridianaNotizie) Ardea, 29 dicembre 2018 – Ennesimo incendio doloso ieri ad Ardea. E’ successo nella tarda mattinata, ignoti hanno dato alle fiamme rifiuti gettati dagli occupanti della stessa palazzina D. Sul posto sono intervenuti due mezzi dei vigili del fuoco di Pomezia. Presente oltre a qualche giornalista, la consigliera comunale di Ardea e coordinatrice della “Lega” Luana Ludovici che, scambiata per una corrispondente di qualche giornale, è stata minacciata da alcuni rom. Lo spiacevole episodio è avvenuto davanti al giornalista Luigi Centore che  si portava verso il luogo dell’incendio per immortalare l’intervento dei vigili del fuoco nell’intento di spegnere l’incendio sotto le finestre del corridoio, la consigliere comunale non ha potuto allontanarsi dalla sua auto perchè un nutrito gruppo di rom composto da donne, uomini e bambini sostava a una decina di metri dall’autovettura con aria minacciosa.

A quanto pare la consigliera era stata scambiata per una giornalista che con il suo servizio avrebbe potuto dar modo alle autorità di cacciare alcuni residenti dalle abitazioni. La discussione prendeva toni alti: per nulla impaurita la consigliera rispondeva che non avrebbe dato alcun telefonino e che dovevano allontanarsi subito da lei. La scena è stata vista da un vigile del fuoco del distaccamento di Pomezia che si è avvicinato ai due malintenzionati, i quali si sono allontanati infastiditi.

“Dopo qualche minuto – racconta la consigliera Luana Ludovici – dal gruppo si sono staccati due ragazzi, i quali con fare minaccioso mi hanno gridavato di consegnargli il telefonino perché ritenevano che io avessi fatto delle foto e non volevano fossero pubblicate”. La consigliera era stata scambiata per una giornalista che con il suo servizio avrebbe potuto dar modo alle autorità di cacciarli da quelle abitazioni. La discussione prendeva toni alti: per nulla impaurita la consigliera rispondeva che non avrebbe dato alcun telefonino e che dovevano allontanarsi subito da lei.

“Chiedo – conclude Ludovici – al sindaco Mario Savarese di ottemperare se non proprio alla demolizione, che ha costi sostenuti, quanto meno a rendere inagibile questa palazzina. Invierà al Noe una dettagliata relazione sullo stato igenico sanitario dei plessi”.

La consigliera fin d’ora annuncia una sua missiva al sindaco ed all’intero consiglio comunale assessori, e polizia locale, commissariato di Anzio al comando tenenza carabinieri di Ardea.