Rieti, esplode distributore GPL in via Salaria: due morti e 15 feriti (FOTO)

0
367

(MeridianaNotizie) Rieti, 5 dicembre 2018 – Incendio ed esplosione in via Salaria nella zona di Rieti. E’ accaduto al chilometro 37 presso un distributore di un’area di servizio di Fara Sabina in prossimità di Borgo Quinzio.

Il bilancio provvisorio è di 15 feriti e 2 morti, uno è un vigile del fuoco, S.C., 53 anni. Feriti altri 7 vigili del fuoco, giunti sul posto per sedare le prime fiamme. Tra i feriti anche alcuni soccorritori del 118, con ustioni al volto.

Sul posto sono operativi 8 mezzi del 118 tra ambulanze e automediche e 3 elicotteri per il trasporto dei feriti.

E’ stato allertato il Centro grandi ustioni del Sant’Eugenio e i DEA di II livello della capitale.

Istituita l’Unità di Crisi presso l’Ares 118 di Roma. Lo rende noto l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato che è in stretto contatto con i soccorritori dell’Ares 118 giunti immediatamente sul posto.

La strada statale 4 via Salaria è temporaneamente chiusa in entrambe le direzioni tra Borgo Quinzio, nel comune di Fara in Sabina, e Borgo Santa Maria, nel comune di Montelibretti, tra le province di Rieti e Roma (dal km 38 al km 41,500).

La chiusura si è resa necessaria per garantire la sicurezza della circolazione e consentire le operazioni di soccorso in seguito a un incendio che, per cause in corso di accertamento, ha coinvolto un’autocisterna all’interno di un area di servizio.

Il personale Anas è intervenuto sul posto per agevolare le operazioni e ripristinare la transitabilità appena possibile, in coordinamento con le Autorità competenti.

Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.