Ardea, Neocliti (FI): «Grazie alla mia interrogazione risparmiati quasi 18mila euro»

0
201

(MeridianaNotizie) Ardea 11 dicembre 2018 – Il consigliere Raffaella Neocliti chiede al Sindaco spiegazioni sulla gestione dei soldi pubblici.

«Sono rimasta poco sorpresa – dichiara Raffaella Neocliti, capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale – quando, leggendo la determina 1688 del 15 novembre, ho avuto conferma delle irregolarità che paventavo nella mia interrogazione al sindaco di settembre scorso e dove chiedevo spiegazioni in merito ad un affido diretto di 24.400 euro IVA inclusa alla ditta Leganet per il servizio di supporto annuale per attuazione del regolamento UE 677/2016 ed assunzione incarico DPO».

«In quella interrogazione – prosegue Neocliti -, sollevavo sia la modalità nella designazione dell’incarico, senza accedere al mercato elettronico, contattando solo una ditta e le differenze notevoli di impegno spesa di comuni limitrofi con popolazione pari o superiore ad Ardea, i quali per il medesimo servizio spendevano importi notevolmente inferiori. Mi giunse in data 31 ottobre la nota n. 62166 del sindaco con la quale mi informava di aver revocato l’affido diretto di 24.400 euro alla Leganet per vizi di forma al fine di ottemperare alla previsione di legge».

Il Consigliere, poi, fa riferimento ad una nuova determina per l’affido del servizio e afferma: «Infatti, con determina 1457 si procedette a contrarre sulMEPA all’affido del servizio. Espletata la gara, nella quale sono pervenute 3 ditte, si è proceduto ad affidare l’incarico come precede il codice degli appalti, nel rispetto del principio di economicità, per un importo comprensivo di Iva di 6.588 euro, ben 17.812 in meno rispetto all’affido diretto fatto a maggio dal sindaco».

«Mi chiedo – conclude Neocliti -, chi controlla è chi gestisce i soldi dei cittadini? Siamo a pochi giorni dal Natale e questa amministrazione non ha un euro in cassa per allestire un albero e dare una parvenza di festività al nostro Paese, che se vedrà due luminare, qualche addobbo e poche iniziative, lo dovrà ai commerciati, ai comitati, ai privati e alla Hera Luce, tanto criticata dal M5S. Credo che il sindaco debba dare spiegazioni in merito ai suoi cittadini».