Campidoglio, ex Penicillina: accolte 150 persone provenienti dall’immobile

0
190

(MeridianaNotizie) Roma, 11 dicembre 2018 – Sono 150 le persone che si trovavano nell’immobile ex Penicillina che, fino a ieri sera, sono state accolte presso le strutture di Roma Capitale. “Abbiamo visitato una struttura che ha garantito accoglienza a numerose persone provenienti dall’ex Penicillina. Abbiamo parlato con le persone accolte e con gli operatori per verificare, in prima persona, tutte le tappe di un percorso finalizzato all’inclusione e a costruire un nuovo progetto di vita”, spiega l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre. “Il percorso per garantire l’accoglienza delle persone presenti presso l’immobile dell’ex Penicillina si è sviluppato negli ultimi mesi grazie a un lavoro integrato tra i vari livelli istituzionali e le associazioni che operano sul territorio”. Così ieri il Campidoglio in una nota. “Un lavoro che ha consentito di incrociare i dati e le informazioni, assicurando la mappatura delle persone in condizione di maggiore fragilità e vulnerabilità”. “Il censimento effettuato dal Municipio IV, con il coinvolgimento del Dipartimento Politiche Sociali, come previsto dal protocollo siglato tra Roma Capitale e Prefettura, ha rilevato 157 persone presso la struttura”, spiega l’assessora Laura Baldassarre (Persona, Scuola e Comunità Solidale). “Nei giorni scorsi, in seguito a colloqui individuali, 32 persone hanno accettato la presa in carico presso le strutture di accoglienza di Roma Capitale, grazie al lavoro di sinergia tra Sala Operativa Sociale capitolina, Municipio e associazioni presso l’Ufficio Immigrazione di Roma Capitale. La Sala Operativa Sociale è presente durante le operazioni odierne per effettuare i colloqui e formulare proposte di accoglienza a tutte le persone aventi diritto, con l’obiettivo di costruire percorsi finalizzati al raggiungimento dell’autonomia”. Sul fronte viabilità, il Comando della Polizia Locale di Roma Capitale ha predisposto ieri misure per mitigare le ripercussioni delle chiusure sulla Tiburtina, necessarie per motivi di ordine pubblico. Le limitazioni hanno riguardato in particolare il tratto della consolare da via Casal de’ Pazzi, sulla carreggiata in direzione GRA. Adottati – sottolinea una nota della Polizia Locale – “tutti i provvedimenti necessari per ridurre il più possibile l’impatto sulla mobilità cittadina”, impatto che interessa “i territori dei Municipi II, III, IV e V”. Informazioni dettagliate e aggiornate sulla pagina Facebook del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale e sul sito roma.luceverde.it.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)