Roma-Inter 2-2, Var e polemiche all’Olimpico: contestati gli arbitri Rocchi e Fabbri

0
212
Foto: A.S. Roma

(MeridianaNotizie) Roma, 2 dicembre 2018 – Nel posticipo della 14a giornata di Serie A, all’Olimpico Roma e Inter pareggiano 2-2 al termine di una gara ricca di emozioni. Nerazzurri avanti con Keita , ma ripresi a inizio ripresa da Under. Al 66′ Icardi di testa riporta avanti gli ospiti, prima del pareggio definitivo di Kolarov su rigore. Polemiche a fine gara sull’arbitraggio per un penalty netto non concesso da Rocchi ai capitolini un minuto prima del primo vantaggio nerazzurro. Espulso anche il tecnico interista nel recupero.

Subito giallorossi in avanti, Zaniolo arriva sul fondo, mette una palla sul primo palo ma Schick non arriva. Reazione Inter con Icardi che colpisce al volo ma manda alto. Al 10′ ci prova Keita dalla distanza, para Olsen. Al 13′ Florenzi tira dal limite dell’area, ma Handanovic para. Al 19′ è  Perisic a provarci di testa, la palla finisce sopra la porta di Olsen. Al 24′ Zaniolo tira ma la palla termina di poco alto sopra la traversa. Al 25′ clamoroso palo di Florenzi a botta sicura. Dopo pochi minuti Icardi si trova da solo davanti ad Olsen, lo svedese ipnotizza il bomber nerazzurro e para. Al 31′ è la volta di Zaniolo che dal limite dell’area tira, Handanovic para. Al 33′ i nerazzurri partono in contropiede,  Keita di testa colpisce il pallone, bravo Olsen. Clamoroso rigore negato ai giallorossi al 36′, D’Ambrosio entra in ritardo su Zaniolo ma l’arbitro non assegna il penalty. Vantaggio neroazzurro al 38′ su assist di D’Ambrosio, l’ex laziale Keita non perdona: 0-1. I giallorossi reagiscono con Kolarov ma Handanovic para con la mano destra e la toglie dall’incrocio. Al 45′ termina il primo tempo con i giallorossi in svantaggio.

Il secondo tempo inizia con l’Inter in avanti, Icardi prova la conclusione ma la palla viene respinta da Jesus. Al 51′ la Roma pareggia i conti con Under che prende palla dalla trequarti, si accentra e lascia partita bolide che finisce alle spalle  bomba di Handanovic: 1-1. Spinge ancora la Roma, ci prova prima Nzonzi e poi Zaniolo. Al 62′  primo cambio per l’Inter: fuori Keita, dentro Politano. Al 65 Santon perde palla ingenuamente sulla trequarti, Perisic tira ma la conclusione viene fermata da Juan Jesus. Al 66′ nuovo vantaggio nerazzurro con Icardi che di testa mette in rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo. I giallorossi cambiano: fuori Santon, dentro Kluivert. Florenzi torna ad occupare la posizione di terzino. Al 72′ Rocchi dopo il consulto del VAR assegna rigore alla Roma, dal dischetto Kolarov trasforma: 2-2. Giallorossi vicino al vantaggio: Kluivert cheentra in area, mette la palla sul dischetto di rigore a Under che cicca il tiro. Di Francesco cambia: fuori Zaniolo, dentro Perotti. Spalletti risponde: fuori Borja Valero e Perisic, dentro Vecino e Lautaro Martinez. Al 83′ terzo e ultimo cambio per la Roma, fuori Under, dentro Pastore. Dopo 5′ di recupero finisce la partita con il risultato finale di 2-2.

Francesco Totti è stato l’unico tesserato dell’AS Roma a rilasciare dichiarazioni ai microfoni delle emittenti televisive. Il dirigente giallorosso ha commentato l’episodio dell’evidente fallo subito da Nicolò Zaniolo in area: Rocchi, che non ha concesso il rigore, non è stato chiamato a rivedere le immagini da parte di Michael Fabbri, il VAR del match.

“Le chiacchiere stanno a zero”, ha dichiarato Totti. “È inutile spiegarlo: lo hanno visto tutti. Io mi chiedo come quelli del VAR non riescano a vedere un fallo simile, è una vergogna, è impossibile non vederlo. Lo abbiamo visto tutti dallo stadio con uno schermo più piccolo del loro. Cosa stanno a fare lì? Perché non chiamate loro a dare una spiegazione a questi episodi? È stato messo apposta il VAR, proprio per rivedere le azioni che l’arbitro non ha visto. E questo era troppo evidente. Rocchi può aver non visto, ma quelli del VAR no: non so chi c’era, ci sono diverse persone a rivedere certi episodi. Fabbri era al VAR? Forse stava vedendo un’altra partita. Così non si può andare avanti, andiamo a fare riunioni a Coverciano e a Milano, riunioni e contro riunioni. È impossibile andare avanti così. Un rigore avrebbe cambiato la partita, con certi episodi cambiano i campionati”.

ROMA-INTER 2-2
Roma (4-2-3-1): Olsen 6; Santon 5,5 (24′ st Kluivert 6), Manolas 6, Juan Jesus 5, Kolarov 6,5; Cristante 6, N’Zonzi 6; Florenzi 7, Zaniolo 7 (32′ st Perotti 6), Under 6 (38′ st Pastore sv); Schick 6. A disp.: Mirante, Fuzato, Marcano, Lu. Pellegrini, Riccardi, Celar. All.: Di Francesco 6,5
Inter (4-2-3-1): Handanovic 6; D’Ambrosio 6,5, De Vrij 6,5, Skriniar 6, Asamoah 5,5; Borja Valero 5,5 (35′ st Vecino sv), Brozovic 5,5; Keita 6 (17′ st Politano 5,5), Joao Mario 6, Perisic 5 (35′ st Lautaro Martinez sv); Icardi. 6,5 A disp.: Padelli, Miranda, Ranocchia, Vrsaljko, Gagliardini, Candreva. All.: Spalletti 6
Arbitro: Rocchi
Marcatori: 37′ Keita (I), 6′ st Under (R), 21′ st Icardi (I), 29′ st rig. Kolarov (R)
Ammoniti: Asamoah (I), Kolarov (R)
Espulsi: Al 48′ st l’allenatore dell’Inter Spalletti per proteste

Foto: A.S. Roma
Foto: A.S. Roma
Foto: A.S. Roma