Ardea, Neocliti (FI) su degrado del territorio: «Chi governa deve trovare soluzioni»

0
767

(MeridianaNotizie) Ardea, 21 gennaio 2019 – «Che l’inciviltà sia oggi uno fra i mali peggiori dell’essere umano – dichiara  aggiunto all’indifferenza per la natura è purtroppo un dato di fatto incontrovertibile. Le uniche soluzioni sono intervenire sui piccoli umani affinché nella crescita diventi naturale avere un atteggiamento di rispetto ambientalistico e civico. Sugli adulti purtroppo si hanno ben pochi strumenti. Sanzioni, deterrenti, io metterei la galera!».

Sono queste le parole che usa il consigliere comunale del Comune di Ardea, Raffaella Neocliti nel commentare i tanti “incivili” o meglio “zozzoni” che quotidianamente gettano i rifiuti lungo le strade, trasformando il  Comune in una vera e propria discarica a cielo aperto.
«Non possiamo aprire i giornali e vedere siti del territorio ridotti a discariche – afferma Raffaella Neocliti – come Lungomare degli Ardeatini, il piazzale delle Salzare, il Fosso della Moletta, il Fosso dell’ Incastro e  il Canale di via delle Acque Basse!». 
«Ricordiamoci che questi canali arrivano nel nostro mare – aggiunge la consigliera comunale -, poi gridiamo al procurato allarme quando in estate facciamo il bagno negli escrementi. Solo pochi giorni la l’amministrazione comunale esultava per la bonifica del famigerato piazzale delle Salzare, oggi diventato nuovamente discarica. Vorrei chiedere alla maggioranza, oltre a fare proclami per servizi basilari che si sono sempre svolti, quali azioni sta valutando di mettere in atto per debellare questo degrado inaccettabile? Dove sono le telecamere della Hera Luce?». 
«In una mia interrogazione – conclude Neocliti – chiedevo quale fosse il motivo di tanto ritardo, mi veniva risposto che ad inizio anno avremmo avuto il servizio che Hera Luce offriva gratuitamente. Ad oggi,  ancora non se ne ha notizia. Caro Sindaco,  oggi è lei responsabile del degrado del nostro paese, chi governa deve trovare le soluzioni, altrimenti ha l’obbligo di farsi da parte».