Bolivia, catturato Cesare Battisti a Santa Cruz

0
578

(MeridianaNotizie) Roma, 13 gennaio 2019 – Un team qualificato di poliziotti italiani assieme alla polizia boliviana ha individuato e catturato, in Bolivia, Cesare Battisti.
Nell’operazione è stato fondamentale l’operato dei poliziotti della Criminalpol-Servizio di cooperazione internazionale di polizia S.C.I.P. e di quelli della Direzione centrale della polizia di prevenzione italiana, in collaborazione con la nostra intelligence. Battisti è stato trasferito in un ufficio della polizia boliviana e sono già state avviate le attività per l’esecuzione del procedimento di espulsione dal Paese.

“Il terrorista italiano Cesare Battisti è stato arrestato e sarà presto portato in Brasile, da dove verrà probabilmente mandato in Italia, così da poter scontare l’ergastolo secondo la decisione della giustizia italiana”, scrive Filipe Martins, consigliere speciale del presidente della repubblica Jair Bolsonaro su Twitter.

“Cesare Battisti è stato preso! La democrazia è più forte del terrorismo”, scrive l’ambasciatore italiano in Brasile, Antonio Bernardini, commentando su Twitter l’arresto in Bolivia del terrorista.

Anche il deputato federale Eduardo Bolsonaro, figlio del presidente Jair Bolsonaro, celebra su Twitter l’arresto di Cesare Battisti, catturato a Santa Cruz de la Sierra in Bolivia: “Matteo Salvini, il ‘piccolo regalo’ sta arrivando”, scrive.

“Ha ucciso un poliziotto, ha ucciso un padre davanti al figlio, ha sparato e lasciato un uomo paralitico, è stato condannato a vita per 4 omicidi e ha fatto parte del gruppo terroristico di sinistra in Italia Pac (proletari armati per il comunismo). Ciao Battisti, la sinistra piange!”, prosegue il tweet di Eduardo Bolsonaro.

Arriva da Twitter anche il commento del Ministro dell’Interno e Vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini: “Catturato ! Il primo pensiero ai famigliari delle vittime di un assassino che per anni si è goduto una vita vigliaccamente tolta ad altri, coccolato dalle sinistre. È finita la pacchia”.

“Ringrazio per il grande lavoro le Forze dell’Ordine italiane e straniere, la , l’Interpol, l’AISE e tutti coloro che hanno lavorato per la cattura di , un delinquente che non merita una comoda vita in spiaggia, ma di finire i suoi giorni in galera” aggiunge successivamente in un nuovo tweet Matteo Salvini.