Pomezia, incendio doloso al deposito Humana. Il presidente Bolin: «Attacco criminale» (FOTO)

0
254

(MeridianaNotizie) Pomezia, 23 gennaio 2019 – E’ questo il bilancio del raid avvenuto  ieri sera a Pomezia, in via Pontina Vecchia, al deposito dell”azienda “Humana People to People Italia” di Pomezia, la società che si occupa della raccolta degli abiti usati. Un incendio doloso che aveva l’obiettivo di colpire la flotta di veicoli che l’organizzazione internazionale utilizza per lo svolgimento del servizio di raccolta e trasporto degli abiti usati. Tre fugoni sono stati distrutti dalle fiamme, altri due sono stati danneggiati con la rottura dei vetri. Altri tre furgoni, fortunatamente, non hanno subito danni. Sul posto intorno alle 20.30 sono accorsi i vigili del fuoco del distaccamento di Pomezia e i carabinieri della locale Compagnia, che hanno dato il via alle indagini.

«HUMANA è da anni in prima linea con proposte e azioni concrete che affermano la cultura della legalità e della trasparenza nel settore degli abiti usati. Un lavoro instancabile che non può far piacere a chi lucra illegalmente sulla buona fede dei cittadini», ha dichiarato Karin Bolin, presidente di HUMANA People to People Italia. «La prima vera vittima morale di questo attacco criminale» prosegue Bolin «è la cittadinanza romana che, dopo anni di sospensione del servizio in seguito alle vicende di Mafia Capitale, finalmente usufruisce di un servizio di raccolta abiti frutto di una gara trasparente che ha dato il via a un percorso di pulizia della filiera che non deve essere interrotto».

HUMANA ha concluso Bolin «presenterà un esposto alla competente autorità giudiziaria e si affida alla giustizia e alle forze dell’ordine nella speranza che i responsabili dell’attacco e le reti alle quali fanno riferimento vengano finalmente neutralizzati».

«Poche settimane fa festeggiavamo con loro il primo posto in Italia per quantità di abiti raccolti ed oggi qualcuno ha deciso di mettere in difficoltà il sistema che da supporto a numerose famiglie e bambini- dichiara il sindaco Adriano Zuccalà -. Abbiamo sentito i responsabili della sede di Pomezia per assicurarci che stessero tutti bene e le forze dell’ordine per gli aggiornamenti sulle indagini. Ringrazio i vigili del fuoco per il pronto intervento. Gli autori di quanto avvenuto non rimarranno impuniti».

«Esprimiamo piena solidarietà all’azienda Humana e condanna nei confronti dei protagonisti del raid che ha colpito un nostro importante associato, da anni impegnato nelle attività di raccolta e recupero degli abiti usati» ha detto Andrea Fluttero, Presidente del CONAU – Consorzio Nazionale Abiti e Accessori Usati. «Auspichiamo che le attività investigative riescano quanto prima ad assicurare alla giustizia i responsabili di questo vile gesto e, come associazione, garantiamo il massimo supporto alle Forze dell’ordine per contrastare eventuali sacche di illegalità criminale che dovessero provare ad infiltrarsi nel nostro settore».