Roma, i “bikers” della Polizia ritrovano crocefisso rubato all’interno di Villa Borghese

914

(MeridianaNotizie) Roma, 8 gennaio 2019 – Erano in servizio a bordo di bicicletta i poliziotti della Questura che, il 4 gennaio scorso, durante un servizio di perlustrazione all’interno di Villa Borghese hanno notato, nascosto dietro ad un cespuglio, un borsone nero contenente un crocefisso e due tubi metallici dorati utilizzati per sostenerlo. Gli accertamenti successivi hanno consentito di risalire al furto dell’oggetto sacro, avvenuto il 3 gennaio scorso nella Parrocchia di San Clemente di via Val Sillaro e denunciato dal responsabile della Comunità neocatacumenale. Il crocefisso, oltre ad un valore economico, ha un forte significato simbolico ed affettivo per tutti i membri della comunità religiosa e per i fedeli. Ieri pomeriggio, gli agenti della Polizia di Stato hanno restituito l’oggetto sacro al Parroco che, con grande emozione, ha espresso parole di riconoscenza nei confronti della Polizia di Stato.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

Articolo precedenteReddito di cittadinanza, Manconi (Ass. Nobilita): “Aumentare controlli su chi lavora in nero”
Articolo successivoArrestate tre maestre ed una collaboratrice scolastica per maltrattamento di minori