Ardea, M5S: “Reddito di cittadinanza e Quota 100, momento di incredibile soddisfazione ed orgoglio!”

0
173

(MeridianaNotizie) Ardea, 19 gennaio 2019 – “Ieri è stata un’altra giornata storica per il nostro paese – scrive in un post sui social il M5S Ardea –  In soli 7 mesi di Governo abbiamo portato a casa altri due punti del nostro programma elettorale: Reddito di cittadinanza e Quota 100. Il Movimento 5 Stelle porta avanti da anni queste battaglie che considera forme di civiltà ed ha sempre lottato nelle piazze, insieme a migliaia e migliaia di attivisti e simpatizzanti in tutta Italia, fino a realizzarle, fino a trasformarle in legge”.

“In tutti questi anni – aggiungono dal movimento pentastellato – ci siamo sentiti dire che il reddito di cittadinanza non si poteva fare, che sarebbe stata una forma di assistenzialismo, che non si sarebbero trovate le coperture e mille altre ragioni ostative che nascondevano in realtà, da parte di chi le proponeva, la sconfiitta per non essere stati capaci di realizzarle quando, governando il paese, ne avevano avuto la possibilità.Oggi il Movimento 5 stelle è al governo e sta mantenendo le promesse, anche il Reddito di cittadinanza e Quota 100 ora sono legge! Ci abbiamo sempre creduto, fin dai primi giorni della nascita del Movimento, lo abbiamo sempre dichiarato che quando saremmo arrivati a governare l’Italia avremmo dimostrato che il reddito di cittadinanza insieme a tantissime leggi, come ad esempio spazza corrotti, decreto fiscale, decreto dignità, l’eliminazione degli sprechi in parlamento, il taglio dei vitalizi, il taglio alle pensioni d’oro si potevano fare e noi lo stiamo facendo!”. 


“Il Reddito di cittanza – concludono dal M5S Ardea – partirà nel mese di Aprile ed aiuterà 5 milioni di italiani che ad oggi sono costretti a vivere in povertà proprio per colpa di chi ci ha sempre governato. Volevamo condividere con tutti voi questo momento di incredibile soddisfazione ed orgoglio, volevamo ringraziare tutti quelli che hanno lavorato per realizzare tutto questo, e rinnovare la nostra convinzione che #insiemesipuò e che #nessunodeverestareindietro”.