Essere Pomezia, dl Salvini: “Assurda la posizione che avrebbe espresso il Sindaco, siamo sconcertati”

0
304

(MeridianaNotizie) Pomezia, 3 gennaio 2019 – Al sindaco di Pomezia la sicurezza non interessa, probabilmente non riesce neanche a comprenderne i principi per tutelare i cittadini che vivono sul nostro territorio. Lo affermiamo non solo perché lui e la sua maggioranza in consiglio comunale hanno ripetutamente bocciato le nostre proposte sul Campo Rom di Castel Romano e l’ordine del giorno legato al macro tema della sicurezza, ma ne siamo ancora più convinti dopo le affermazioni lette oggi sui quotidiani locali e nazionali fatte da Zuccalà in merito al dl Salvini. Questo strumento nasce per favorire le istituzioni, comuni compresi, nella gestione di tematiche fondamentali, non solo l’immigrazione; ebbene, il signor sindaco, leggiamo prima sul Corriere e poi su altre testate locali, non avrebbe letto la legge e non ne conoscerebbe il funzionamento nella parte legata ai migranti ma si sarebbe dichiarato contrario perché, secondo lui, verrebbero meno i diritti basilari delle persone.

Di diverso avviso è il capogruppo di Essere Pomezia, Fabio Fucci: “Ragionare sui criteri di accoglienza non significa essere disumani o inospitali. Accogliere in maniera indiscriminata, come è avvenuto per anni in Italia, ha dato solo un’apparenza di solidarietà, ma ha generato “bombe” sociali che hanno aggravato situazioni delicate come quelle delle periferie delle città. Servono regole – dichiara Fucci – e serve un limite all’accoglienza, per il bene di tutti, dei migranti e di chi ospita. Ciò che invece non si può arrestare è il fatto di salvare delle vite, quello va fatto sempre e comunque. Ma salvare è un conto, accogliere e garantire un’esistenza dignitosa è un altro. L’Italia negli ultimi anni in quanto al tema dell’immigrazione è stata trattata come il “pierino” d’Europa, ora è bene che affermi la sua sovranità ed il potere negoziale verso gli altri paesi europei. Io credo che dire sempre di si non serva alla crescita, sono i no che fanno maturare anche una coscienza “europea” in cui ciascuno deve fare la sua parte”.

Per quanto riguarda il dl Salvini, che darebbe al comune di Pomezia strumenti utili per agire in tema di sicurezza e quindi tutelare i cittadini, Fucci è convinto che si tratti di un’ottima legge, che argina l’immigrazione fuori controllo, che allontana dal nostro paese chi ruba, spaccia, molesta, che riconosce la cittadinanza solo agli stranieri che sanno esprimersi nella nostra lingua. Un dl che controlla gli stalker e fornisce anche ai vigili pistole “a scarica elettrica”, che contrasta le occupazioni abusive degli immobili, che prevede l’allontanamento dei criminali dalle aree urbane e punisce l’accattonaggio molesto ed i posteggiatori abusivi, oltre che riconoscere ai sindaci il potere di limitare l’insorgere di negozi “stranieri”.

“Zuccalà e i grillini che fanno? Invece che accogliere con favore la legge – afferma il capogruppo di Essere Pomezia – e adoperarsi per sfruttare le potenzialità offerte dal nuovo quadro normativo, continua a fregarsene delle necessità di sicurezza di Pomezia. Io dico solo una cosa: questa amministrazione deve andarsene a casa al più presto! In 7 mesi – conclude Fucci – hanno già fatto più danni della peste”.