Atalanta-Roma 3-3, giallorossi avanti di tre gol subiscono una rocambolesca rimonta

0
458

(MeridianaNotizie) Roma, 27 gennaio 2019 – Pareggio rocambolesco a Bergamo tra Atalanta e Roma. All’Atleti Azzurri d’Italia finisce 3-3 la sfida al quarto posto per l’accesso nell’Europa che conta. Una partita dai due volti, dove è successo di tutto.  Giallorossi in vantaggio di tre gol grazie alla doppietta di Dzeko (3′, 33′) e al gol di El Shaarawy, si fanno rimontare rischiando addirittura la sconfitta. Al 44′ Castagne riapre i conti, poi ci pensa Toloi (59′) e Zapata (71′), 46 secondi dopo aver sbagliato un rigore.

Inizia la partita ed è subito Roma, Edin Dzeko, servito da Zaniolo, sblocca la sfida con un tiro preciso dall’interno dell’area di rigore. Al 9′ reazione bergamasca con una grande occasione per Ilicic che taglia il campo in diagonale e si trova da solo davanti ad Olsen. Il numero 72 nerazzurro calcia di prima intenzione dall’interno dell’area di rigore, ma la palla esce di poco fuori. Al 10′ ci prova El Shaarawy con una conclusione da fuori area, il pallone termina di un paio di metri a lato rispetto alla porta di Berisha. Al 15′ tiro potente di Dzeko dall’interno dell’area di rigore da posizione defilata, blocca Berisha. Al 20′ Zapata dall’interno dell’area di rigore ci prova di testa, blocca Olsen. L’Atalanza attacca, al 30  Zapata-Ilicic duettano all’interno dell’area di rigore, lo sloveno calcia alto sopra la traversa. Al 32′  arriva il raddoppio giallorosso, con Dzeko che sfrutta una  verticalizzazione di Nzonzi. Passano pochi minuti e  al 39′ El Shaarawy firma il 3-0. La partita sembra finita, ma al 44′ Castagne di testa riaccende le speranze alla squadra di Gasperini. Finisce il primo tempo 1-3 per i giallorossi.

Il secondo tempo inizia con una sola squadra in campo: l’Atalanta. I bergamaschi tornano in campo feroci alla ricerca della rimonta. La Roma, totalmente assente in campo, si chiude in difesa e rimane in balia delle folate offensive degli uomini di Gasperini che al 59′  trovano il 2-3 con Toloi. Al 70′ l’arbitro Calvare, dopo aver consultato il Var, assegna un calcio di rigore ai nerazzurri per l’atterramento in area di rigore di Ilicic. Alla battuta si porta Zapata, la il tiro finisce incredibilmente alto sopra la traversa. Passano 46 secondi e l’attaccante colombiano si fa perdonare infilando Olsen sul primo palo il gol del 3-3. L’Atalanta continua il forcing rischiando addirittura di vincere la partita. Finisce il match con un rocambolesco 3-3 che premia la squadra bergamasca e umilia la squadra giallorossa.

“Nel primo tempo la squadra ha messo in pratica tutto quello che avevamo preparato – ha dichiarato Eusebio Di Francesco ai microfoni di Roma Tv – sapevamo della loro propensione ad attaccare in tanti e di restare dietro con l’uno contro uno e per questo abbiamo scelto di andare molto in verticale. Del secondo tempo non me ne capacito, perché non è la prima volta che ci accade. È una questione di caratteristiche mentali della squadra. Dobbiamo ancora lavorare questo punto di vista. Oggi c’è la dimostrazione che la squadra non è guarita totalmente. Grande merito all’Atalanta, ma se sei in vantaggio di 3-0 non devi mai arrivare al 3-3” .

“Non dobbiamo metterci sotto la traversa e guardare gli altri – aggiunge Eusebio Di Francesco – L’aggressività del primo tempo nelle uscite e nelle ripartenze veloci c’è stata. Però abbiamo perso troppi duelli individuali e palloni nella ripresa e se fai questo una squadra come la loro ti uccide. Non siamo stati continui. Merito all’Atalanta, ma tanti demeriti , anche a noi. Il gol a fine primo tempo è stato un’ingenuità, perché ha ridato fiducia e forza a una squadra che fino a quel momento era in difficoltà”.

ATALANTA-ROMA 3-3
Atalanta (3-4-2-1):
 Berisha 5,5; Toloi 6, Dijmsiti 5,5, Mancini 5 (8′ st Palomino 6,5); Hateboer 7, Pasalic 6,5 (46′ st Pessina sv), De Roon 6, Castagne 6,5; Gomez 7,5, Ilicic 6,5 (38′ st Barrow sv); Zapata 6,5. A disp.: Gollini, Rossi, Masiello, Freuler, Piccoli, Reca, Gosens, Kulusevski. All.: Gasperini 7.
Roma (4-2-3-1): Olsen 5,5; Karsdorp 5 (33′ st Fazio 6), Marcano 5, Manolas 5,5, Kolarov 6; Cristante 5,5, Nzonzi 5; Zaniolo 7, Lo. Pellegrini 6 (20′ st Florenzi 5,5), El Shaarawy 6,5 (17′ st Kluivert 5); Dzeko 7. A disp.: Fuzato, Greco, Santon, Lu. Pellegrini, De Rossi, Pastore, Schick. All.: Di Francesco 6.
Arbitro: Calvarese
Marcatori: 3′ Dzeko (R), 33′ Dzeko (R), 40′ El Shaarawy (R), 44′ Castagne (A), 14′ st Toloi (A), 26′ st Zapata (A)
Ammoniti: Manolas, Nzonzi, Cristante (R)
Espulsi: nessuno
Note: 25′ st Zapata (A) calcia alto un rigore

Massimiliano Gobbi