Roma, San Basilio: rmosse strutture abusive realizzate in uno stabile di via Corinaldo per facilitare l’attività di spaccio

1247

(MeridianaNotizie) Roma, 21 febbraio 2019 – Prosegue senza sosta l’azione di contrasto allo spaccio di stupefacenti portata avanti dagli agenti del Commissariato San Basilio, diretto da Agnese Cedrone

Il costante impegno dei poliziotti, consistente in un’opera assidua di monitoraggio delle zone più coinvolte dal fenomeno, oltre a determinare quotidianamente arresti e sequestri di stupefacenti, ha permesso di individuare alcune strutture, realizzate abusivamente, nella piazza di spaccio di via Corinaldo, per permettere ai pusher di poter vendere la droga minimizzando i rischi.

Nei giorni scorsi, infatti, era stata notata una costruzione all’interno del lotto 52, realizzata in legno, con all’interno una stufa, in modo tale che il pusher, che si trovava all’interno della costruzione, all’arrivo delle forze dell’ordine, avvisato dalla “sentinella”, potesse gettare nel fuoco e distruggere le dosi di stupefacente.

Per lo spaccio, invece, sul manufatto era stata realizzata una piccola finestrella, ricavata ad hoc per la consegna delle dosi.

Nella mattinata odierna, con l’ausilio di personale dell’Ater, è stata smantellata tale struttura nonché una seconda simile, situata nella parte più interna quale “avamposto” per le sentinelle di vedetta.

Articolo precedenteRoma, Termini: denunciato contrabbandiere
Articolo successivoXXV Maratona Internazionale di Roma, Acea “title sponsor” della corsa più attesa dell’anno