Muratella, Caramanica (RA): “Canile a pezzi. Sopralluogo ed esposto in procura”

0
321

(MeridianaNotizie) Roma, 25 febbraio 2019 – “La chiusura di Muratella per rischi sanitari è solamente l’ultima di una serie di incongruenze e inefficienze, presenti da mesi all’interno della nota struttura capitolina. Adesso si apprende che nel canile comunale sussisterebbe il pericolo contagio tra animali, mentre l’impossibilità di gestire i casi clinici sarebbe talmente alto da portare l’Asl a fermare gli ingressi di animali. E il demerito sarebbe del Comune di Roma, che non ha provveduto a trovare i locali idonei da destinare al sanitario, come previsto dalla legge regionale 21 ottobre 1997, numero 34. Siamo di fronte a una realtà inammissibile ma che, purtroppo, non ci sorprende visto e considerato che già in passato, tramite sopralluoghi e denunce mediatiche, abbiamo sollevato la poco virtuosa situazione di Muratella: dalla carente sanificazione e pulizia degli ambienti che ospitano gli animali, al mancato rispetto dei requisiti minimi di assistenza medico-veterinaria. Senza contare, poi, che a Muratella si sarebbero verificati decessi di alcuni quattro zampe, a nostro giudizio evitabili. Chiediamo alla Asl e a Roma Capitale di chiarire su questa preoccupante vicenda. Altrimenti saremmo costretti, nostro malgrado, a presentare un esposto in Procura della Repubblica. Servono risposte immediate e concrete”. Così, in una nota, il segretario nazionale di Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)