Latina, straniero espulso dal territorio e italiano arrestato per lesioni aggravate e violenza privata

0
246

(MeridianaNotizie) Latina, 6 marzo 2019 – Nuovo servizio straordinario di controllo del territorio a Latina Scalo. Un cittadino egiziano espulso dal territorio ed un italiano arrestato per lesioni aggravate e violenza privata.

Un nuovo Servizio straordinario di controllo del territorio posto in essere dalla Polizia di Stato si è svolto nella giornata di oggi nel capoluogo pontino, interessando questa volta la zona dello scalo ferroviario di Latina Scalo.
Continua quindi incessante l’attività di prevenzione e controllo intensificata dal Questore Belfiore. A seguito delle segnalazioni presentate da cittadini inerenti il degrado ed il bivacco di alcuni cittadini extracomunitari nella zona dello scalo ferroviario, nella mattinata di domenica, 2 equipaggi della Squadra Volante e 2 pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine provenienti dalla capitale, hanno perlustrato il territorio interessato con posti di controllo, utilizzando anche il sistema di bordo Mercurio per la lettura automatica delle targhe e sottoponendo a controllo svariati soggetti. In particolare uno di questi, un cittadino egiziano, N. M. del 1996, irregolare sul territorio, è stato accompagnato presso il CIE di Caltanissetta per essere espulso dal territorio nazionale.
Nel corso dell’attività veniva colto, in flagranza di reato, presso la locale stazione delle autolinee CO.TRA.L., di questa Via Romagnoli, un cittadino italiano il quale, utilizzando un bastone, stava picchiando un minorenne, procurandogli lesioni successivamente giudicate guaribili in 7 (sette) s.c.. Dagli accertamenti emergeva che, per futili motivi, verosimilmente riconducibili ad una contesa per ragioni sentimentali, per una ragazza, l’uomo aveva atteso il sopraggiungere del minore e dopo averlo affrontato aveva iniziato a percuoterlo violentemente intimandogli e proibendogli di incontrare la giovane. Bloccata prontamente la condotta criminosa e condotto in ufficio l’aggressore, lo stesso veniva identificato per A. V., classe 1997, di Artena (RM), con diversi pregiudizi di polizia per lesioni, maltrattamenti, minacce e atti persecutori e armi.

L’uomo è stato tratto in arresto per lesioni aggravate dall’uso delle armi e dalla minore età della vittima, nonché violenza privata.
Altresì sono stati effettuati 4 posti di controllo, sono state controllate 47 persone, di cui 33 stranieri e 45 veicoli più 98 targhe di veicoli mediante sistema di bordo denominato Mercurio, in uso al Reparto Prevenzione Crimine.
Inoltre sono state elevate 14 infrazioni al C.d.S..