Roma, non si rassegna alla fine della storia d’amore e con una scusa riesce ad entrare a casa della ex armato di coltello: arrestato sud americano

703

(MeridianaNotizie) Roma, 13 marzo 2019 – A seguito di una segnalazione giunta al 112, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino peruviano, di 29 anni, con l’accusa di atti persecutori, lesioni personali, violazione di domicilio e resistenza a pubblico ufficiale. In via dello Scalo di San Lorenzo, l’uomo, non rassegnatosi alla fine della storia d’amore, si è presentato fuori la porta di casa della sua ex, una connazionale di 26 anni e, dopo aver estratto un coltello da cucina, l’ha prima minacciata di morte, per “convincerla” a riprendere la relazione terminata da circa un mese e poi, all’ennesimo diniego della donna, l’ha aggredita con schiaffi e poi ferendola con un fendente al dito. La donna però, è riuscita a rifugiarsi all’interno della camera da letto ed ha allertato il 112. L’uomo violento, dopo aver capito che alla porta dell’abitazione c’erano i Carabinieri, vistosi braccato, non ha esitato a lanciarsi dalla finestra dell’abitazione, situata al primo piano, “atterrando” su una pensilina di un’attività commerciale, e si è dato alla fuga, terminata dopo un inseguimento a piedi con il suo arresto. Dagli accertamenti effettuati in caserma, i Carabinieri hanno scoperto che l’uomo aveva declinato false generalità e che sul suo conto, pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, perché inottemperante all’obbligo di firma a cui era sottoposto. Il 29enne, ora si trova rinchiuso nel carcere di Regina Coeli.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

Articolo precedenteGenzano, valorizzazione del mercato coperto
Articolo successivoPiazzale Clodio, rubavano materiale informatico all’interno della “Città Giudiziaria”: arrestati 2 dipendenti di una ditta privata