Atac, scale mobili: chiesti nuovi controlli al costruttore Otis per la riapertura degli impianti di Spagna e Repubblica

0
435

(MeridianaNotizie) Roma, 30 marzo 2019 – Atac ha concordato con Otis, costruttore delle scale mobili, lo svolgimento di un piano di attività di verifica e controllo sugli impianti presenti in alcune delle stazioni delle metropolitane di Roma. Le operazioni inizieranno nelle stazioni di Spagna e Repubblica. Al termine verrà rilasciata dal costruttore una documentazione che attesti l’efficienza degli impianti. I controlli richiesti sono il presupposto per la riattivazione delle scale mobili e per la successiva riapertura delle due stazioni. Si inizierà martedì 2 aprile con le prove sugli impianti di Spagna, la cui chiusura è stata chiesta giorni fa dal Responsabile di Esercizio, per poi passare a quelli di Repubblica. La stazione Barberini è attualmente chiusa dopo la decisione della magistratura di porre sotto sequestro le scale mobili. Per quanto riguarda le sei scale mobili presenti nella stazione di Repubblica, sono in corso i lavori di sostituzione di parti meccaniche relative a quattro di esse, numero sufficiente alla riapertura della stazione. Relativamente a due di questi impianti, i lavori sono stati conclusi e in procinto di essere sottoposti a verifiche da parte degli organismi di controllo (Ustif e Responsabile di esercizio). Per quanto riguarda le restanti due scale mobili necessarie per la riapertura, i lavori sono in corso con previsione di ultimazione entro quattro settimane. Sempre con riferimento alla stazione Repubblica, la Procura di Roma ha comunicato il dissequestro delle ultime due scale mobili che fino a ieri erano ancora non utilizzabili. Su tali impianti Atac ha iniziato tutte le procedure necessarie per la loro riattivazione. Atac si scusa per i disagi procurati e assicura il proprio massimo impegno per ridurre, relativamente a quanto di sua competenza, i tempi per arrivare alla riapertura delle stazioni chiuse. Così in un comunicato Atac SpA.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)