Europee, Luisa Regimenti (Lega) eletta eurodeputata: è la più votata nel Lazio e nella provincia di Roma

0
909

(MeridianaNotizie) Roma, 29 maggio 2019 – “Ringrazio ad uno ad uno i miei 34.962 elettori che con il loro voto mi hanno permesso di essere eletta europarlamentare e oggi festeggio con loro un traguardo importante, l’inizio di un lavoro che porteremo avanti insieme, per cambiare un’Europa che così non va, per renderla più giusta, più vicina alle persone, alle loro esigenze, nella difesa dei valori cristiani”. Lo ha detto Luisa Regimenti, eletta eurodeputata con la Lega al Parlamento europeo con 34.962 preferenze nella circoscrizione dell’Italia centrale, risultando inoltre la più votata nel Lazio e nella Provincia di Roma.

“Si tratta di una grande soddisfazione – ha aggiunto – che arriva al termine di una campagna elettorale molto intensa, sostenuta da tanti amici che si sono impegnati con energia e disponibilità. Ringrazio il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon, il coordinatore del Lazio e deputato Francesco Zicchieri, il responsabile regionale dell’Organizzazione Mauro Gonnelli, il consigliere regionale del Lazio Angelo Orlando Tripodi, il dirigente della Lega nel Lazio Fabrizio Santori, Stefano Andrini. In un mese ho percorso migliaia di chilometri, visitando città e paesi e incontrando tanti cittadini desiderosi di dare, come me, un nuovo volto all’Ue. Il loro affetto mi ha commosso e in ogni incontro ho sentito il calore e l’entusiasmo di chi crede nella possibilità di un futuro migliore”.

“Ho preso degli impegni e li manterrò – ha proseguito Regimenti – portando nelle sedi europee i nostri progetti, per far contare di più l’Italia, per farla diventare protagonista. Con obiettivi chiari, concreti, a favore delle imprese e dell’occupazione giovanile, per la tutela del made in Italy, per dare idee e contributi nella difesa dell’ambiente, per poter disporre di più fondi comunitari e sviluppare preziose start up, per allargare le opportunità della ricerca scientifica, per sostenere lo sviluppo di una sanità in grado di valorizzare le nostre eccellenze. Possiamo fare tanto e lo faremo”.

“Infine un pensiero particolare va soprattutto al segretario della Lega, Matteo Salvini, che ha creduto in me e mi ha scelta offrendomi un’occasione importante, che gli elettori hanno premiato. Con lui, con tutti i militanti della Lega, con la loro passione, lavoreremo per far finalmente nascere un’Europa del buonsenso”.