Prix Italia – Rai – al Festival Nazionale delle radio universitarie “I segreti per una scrittura radiofonica di qualità”

0
380

Prix Italia – Rai – al Festival Nazionale delle radio universitarie
I segreti per una scrittura radiofonica di qualità

(MeridianaNotizie) Roma, 4 giugno 2019 – “Come si scrive un programma di successo per la radio?”. Questo il titolo dell’incontro promosso e organizzato dal Prix Italia, concorso per radio, tv e web, organizzato dalla Rai, per il Fru, Festival nazionale delle Radio Universitarie, che si svolge all’Università Roma Tre, in via Ostiense. Il 6 giugno alle 18.30 sarà possibile ascoltare gli autori di radio documentari vincitori del Prix Italia nel 2017 e nel 2018. Quest’anno il concorso si svolge a Roma, ai Mercati di Traiano, dal 23 al 28 settembre ed ha come tema “Celebrating Cultural Diversity in a Global Media World”
Giuseppe Casu e Gianluca Stazi sono gli autori del radio documentario “Il Sottosopra”, Rai Radio 3, sulle miniere della Sardegna vincitore nel 2018 e Jason Murphy, RTÉ, Irlanda, autore del radio documentario , “No Time To Lose”, vincitore nel 2017. Alle loro testimonianze si aggiungono quelle di Andrea Borgnino, responsabile Rai Radio Techetè e di Daria Corrias Rai Radio 3. Andrea Borgnino è responsabile dei nuovi canali di Webradio di Radio Rai, del marketing internazionale della direzione radiofonia della RAI e dei contenuti del canale Radio Rai Techetè, oltre ad essere uno dei membri del Comitato Radio dell’EBU. Sarà lui a portare, con i suoi racconti, dietro le quinte dei Rai Radio insieme a Daria Corrias autrice radiofonica, senior producer e commissioning editor per il programma “Tre Soldi”, lo spazio di Rai Radio3 dedicato al radio documentario. Gianluca Stazi è montatore del suono per il cinema da più di 15 anni e co-fondatore dell’associazione Tratti Documentari “incontri con luoghi, persone e storie” con la quale si occupa di promozione e divulgazione della cultura dell’ascolto e della narrazione, attraverso la produzione di audiovisivi, opere radiofoniche, incontri e festival. Mentre Giuseppe Casu, laureato in fisica, ha studiato cinema a Parigi, a Prato e a Roma. Ha animato atelier coi bambini a Parigi e cineforum con i detenuti in toscana. Attualmente dirige un concorso per registi esordienti di cortometraggio a Carbonia. Mentre il vincitore del Prix Italia del 2017 viene dall’Irlanda ed è Jason Murphy. Negli ultimi 15, anni Jason ha lavorato come reporter, produttore e direttore di programma nelle emittenti commerciali, locali e pubbliche. I suoi documentari sonori affrontano i temi dell’emarginazione, dell’appartenenza. Ha ottenuto il PhD in Media e Comunicazioni all’Università di Limerick. Durante il corso universitario ha realizzato strutture per la formazione di giovani svantaggiati. Ha formato giornalisti in Sud Africa, Malawi, Giappone e attualmente in Bulgaria dove è assistente nel corso di Audio Storytelling dell’American University.. Prix Italia è il concorso più prestigioso e longevo per radio, tv e web. Infatti da oltre settant’anni premia i prodotti di qualità provenienti dai cinque continenti. Un concorso cui hanno partecipato i più grandi autori da Eugenio Ionesco, Harold Pinter, David Oppenheim, Krzysztof Zanussi a Carmelo Bene, Roberto Rossellini e Friedrich Dürrenmatt.