Turismo, si è tenuta a Roma la prima giunta nazionale di Federcomtur

0
968

Turismo, si è tenuta a Roma la prima giunta nazionale di Federcomtur

( MeridianaNotizie) Roma, 25 luglio 2019 – Si è svolta a Roma la prima giunta nazionale di Federcomtur. Nel corso della riunione il segretario generale Claudio Pisapia ha relazionato i presenti sulle iniziative organizzate in questo mese a Polla ed a Salerno. Pisapia,nel suo intervento, ha espresso soddisfazione sulle iniziative poste in essere dal Ministero del Turismo e Agricoltura, che ha sta operando per mettere un freno all’abusivismo di B&B e Case Vacanze. “Il Governo, in particolare il ministero del Turismo e Agricoltura presieduto da Gianmarco Centinaio – spiega il segretario di Federcomtur – vara una stretta antievasione sugli affitti brevi, relativi al turismo extralberghiero. Nel decreto crescita sono stati inserite alcune norme per tentare di contrastare l’abusivismo che caratterizza il settore del turismo extralberghiero. In particolare viene istituito il “codice nuovo” per identificare tutte le strutture e vengono rafforzati gli obblighi, quali il versamento delle imposte compresa la tassa di soggiorno. Questo dimostra la bontà del nostro lavoro, di Cepi, ed in particolare di Federcomtur che ha inviato al ministero e ad alcuni componenti delle Commissione Attività Produttive, in particolare all’onorevole Colla e all’onorevole Colucci, un dossier sui B&B e le case vacanza andando a stigmatizzare l’esistenza di un “buco nero” e di una vacatio legislativa che non consentiva di poter controllare la struttura ricettiva extralberghiera, non solo nel versamento delle tasse di soggiorno ma soprattutto al pagamento delle imposte in genere. Le strutture che godono di un regime fiscale “integrazione al reddito familiare” spesso non sono gestite dai residenti e non rispettano i canoni e le caratteristiche di una legge delegata alle Regioni. Il codice unico sul turismo serve proprio a garantire l’unitarietà delle strutture relative sia ai B&b che alle case vacanza e pertanto avvicina all’idea di avere un unico proprietario per ciascuna struttura. “Noi di Federcomtur – sottolinea Pisapia- accogliamo con interesse e curiosità questo primo intervento e auspichiamo che si possa arrivare alla revisione totale del turismo extralberghiero. Noi di Federcomtur Cepi, siamo pronti a qualsiasi confronto per fare in modo che questa branchia del turismo, in grande crescita, sia alternativa e non concorrenziale a quello alberghiero tradizionale. Nel corso dell’incontro ha preso parola anche Massimo Bugli, che ha chiesto di presentare al Ministro Centinaio una proposta per incentivare gli Agriturismi e di organizzare due Workshop in due importanti località a forte vocazione turistica: Frascati e Bibbiena. Alla riunione di Federcomtur hanno preso parte inoltre: Maurizio Ingenito, Valdimiro Ruzza, Carmelo De Vita, Angelo Grimaldi, Paolo Santangelo, Carlo Dettori, Beniamino Brancaccio, Alfonso Marrazzo, Giuseppe Fugallo di Trapani e Arturo Vitale.