Ardea, il Sindaco Savarese: «Tenete l’umido in casa, non abbiamo un sito di conferimento» (VIDEO)

0
650

Niente più raccolta dell’umido ad Ardea, fino a contrordine. Il sindaco Mario Savarese ha firmato  un’ordinanza che vieta ai cittadini – utenze domestiche e non – di esporre in strada e di conferire in nessun altro modo la frazione organica dei rifiuti. Il primo cittadino, Mario Savarese, si è rivolto direttamente ai cittadini via facebook, lanciando anche un duro attacco alle aziende:

«Ci troviamo in questa situazione in quanto, improvvisamente, per motivi che onestamente non sono comprensibili – dato che la crisi di Roma non dovrebbe avere nulla a che vedere con quella che si sta creando in molti Comuni del Lazio – l’azienda che raccoglie i rifiuti ad Ardea non ha più un sito di conferimento che li accetti.

Questo perché attualmente il rapporto tra le aziende di conferimento e le aziende di raccolta è stato un pò messo da parte. Le aziende di conferimento ora preferiscono avere un rapporto diretto con i Comuni.

Stiamo tentando di intervenire direttamente noi come Comune, facendoci carico delle varie spese con dei siti di conferimento che accettino il nostro umido. Purtroppo però, per fare questo sono necessarie anche delle tecnologie e dei siti di trasferimento del rifiuto di cui il Comune di Ardea non è dotato.

In pratica, quindi, siamo costretti a rivolgerci ad aziende che facciano da intermediari. Questo comporta però dei tempi lunghissimi, e non è possibile farlo in questi giorni.

Insomma, in poche parole, questa è una complicazione enorme non giustificata. Ma la realtà è che noi, piccoli Comuni, siamo letteralmente “nella cacca” e non sappiamo dove andare a sbattere la testa.

Questo ha comportato per me una scelta dolorosissima. Ho dovuto chiedere ai cittadini di tenere nella propria casa l’umido per qualche giorno e di non conferirlo neanche buttandolo via in altra forma, unendolo all’indifferenziata. Questa sarebbe una follia! Perché superando il limite di umidità dell’indifferenziata, che deve essere assolutamente secco, non ci permetterebbero più nemmeno di conferire l’indifferenziata! Così il problema, anziché diminuire, aumenterebbe notevolmente.

Bisogna quindi che i cittadini abbiamo la maturità e la pazienza di aspettare qualche giorno. Contiamo di risolvere il problema per il prossimo lunedì, quando tutto dovrebbe tornare regolare in maniera definitiva.

Da lunedì, infatti, contiamo di stringere accordi con dei nuovi siti di conferimento che stanno aprendo nel Napoletano.

Per questo fine settimana, purtroppo, dovremo arrangiarci!».

Geplaatst door Mario Savarese op Vrijdag 12 juli 2019