Ardea, Neocliti (Fi) su raccolta umido: «Amministrazione incapace»

0
377

(MeridianaNotizie) Ardea, 13 luglio 2019 – «Sos rifiuti per Ardea. In questa settimana, la società Igiene Urbana, che si occupa della raccolta, non ha ritirato l’umido nei giorni prestabiliti. Onestamente, pensavamo si trattasse di un singolo episodio, invece il Sindaco Savarese ha firmato una ordinanza dove vieta ai cittadini di conferire l’umido, in quanto – ha spiegato sempre il primo cittadino – la azienda non può ritirare poiché non può scaricare negli impianti nei quali fino ad oggi veniva portata l’immondizia, dato che tali siti hanno limitato gli spazi. E questo perché devono ospitare i rifiuti della città di Roma? Lo dicesse il sindaco quali sono le reali motivazioni. Comunque le famiglie, ma anche i tanti esercizi commerciali (pensiamo ai ristoranti, macellerie, pescherie etc), in un periodo come quello estivo dove Ardea diventa meta turistica, dovranno tenersi in casa o nei negozi il proprio umido. E’ vero che la gestione della raccolta è a carico della società Igiene Urbana (ditta privata che ha vinto l’appalto), ma il Comune ha comunque le sue responsabilità perché svolge funzioni di monitoraggio, e doveva sicuramente prevenire la situazione, nell’ambito delle proprie competenze, affrontando la problematica in anticipo, e non comunicando ai cittadini questo disagio soltanto all’ultimo momento. Questa è l’ennesima prova di inadeguatezza e incapacità gestionale dell’Amministrazione comunale, visto che i cittadini pagano anche la tarsiu. Anzi per la popolazione oltre al danno potrebbe esserci anche la beffa, dato che c’è il rischio che la popolazione, trovandosi con il pattume in casa, si trovi costretta a scaricare anche l’umido nell’indifferenziata, ma cosi facendo il nostro comune potrebbe superare la quantità prestabilita di immondizia indifferenziata che può scaricare negli impianti preposti. E in tal caso, aumenterebbero i costi per il Comune stesso, e incrementerebbe anche la tariffa. Inoltre, si andrebbe anche a penalizzare il percorso intrapreso di raccolta differenziata, che e’ una pratica virtuosa che punta a diminuire l’impatto ambientale. Dunque, per questo noi invitiamo i cittadini, possibilmente, a non scaricare l’umido nell’indifferenziata, ma allo stesso tempo dobbiamo anche specificare che gli abitanti non possono pagare l’inefficienza della politica. E nel caso rifiuti, i responsabili sono, oltre alla giunta Savarese, la sindaca di Roma e della città Metropolitana Raggi (compagna di partito, il M5s, di Savarese), e il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti, del Pd, che ancora non ha portato in Consiglio regionale il piano rifiuti. Infatti, a causa dell’immobilismo della regione e del comune di Roma sulla questione rifiuti della Capitale, ad essere penalizzate sono, come sempre, le province. Per questo, tornando al Comune di Ardea, noi chiediamo al sindaco Savarese di assumersi le proprie responsabilità e, visti i risultati disastrosi raggiunti in questi anni, di valutare seriamente l’ipotesi di effettuare un passo indietro. La nostra città ad oggi è ferma. I buoni propositi, tipici slogan da campagna elettorale da parte dei grillini, si scontrano con l’amara realtà, con una amministrazione inadeguata e lontana dalle istanze della gente. Infine, sempre parlando di rifiuti, chiederemo al Sindaco risposte anche su un’altra questione, considerato che l’appalto della raccolta ( effettuato da Igiene urbana) e’ scaduto nel 2017 e siamo al 31.mo mese di proroga. Quali sono i motivi di tale cospicuo ritardo? Noi lo ripetiamo ancora una volta: Ardea ha molte potenzialità, ma questo Sindaco non e’ stato assolutamente in grado di valorizzarle, nè tantomeno è in grado di affrontare le problematiche esistenti. Perciò valuti seriamente le dimissioni. Basta agonia per la nostra città».

Lo dichiara in una nota il capogruppo di Forza Italia al Comune di Ardea Raffaella Neocliti.