Campidoglio: mostre, eventi e appuntamenti per il weekend  

0
194

(MeridianaNotizie) Roma, 27 settembre 2019 – Roma Capitale della culturaanche per questo weekend con un fitto calendario di incontri, eventi, mostre, attività. Eccone alcuni per il finesettimana di venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 settembre. 

Con il ticket FORUM PASS. Alla scoperta dei Fori si può accedere al percorso unificato dell’area archeologicaForo Romano-Palatino e Fori Imperiali. Sono cinque gli ingressi dai quali si può accedere: quattro del Parco Archeologico del Colosseo (largo Corrado Ricci, via Sacra in prossimità dell’arco di Tito, via di San Gregorio, via del Tulliano di fronte al carcere Mamertino) e uno della Sovrintendenza Capitolina (piazza della Madonna di Loreto, vicino alla Colonna Traiana). L’orario di apertura al pubblico va dalle 8.30 alle 19.00 (ultimo ingresso 18.00). Per informazioni www.sovraintendenzaroma.it.

Proseguono con successo le esperienze immersive e multimediali al Circo Massimoai Fori (di Augusto e di Cesare) e all’Ara Pacis.

Con il nuovo progetto Circo Maximo Experience è sufficiente indossare gli appositi visori e seguire le varie tappe del percorso itinerante  per vedere per la prima volta il Circo Massimo, il più grande edificio per lo spettacolo dell’antichità in tutte le sue fasi storiche: dalla semplice e prima costruzione in legno ai fasti dell’età imperiale, dal medioevo fino alla seconda guerra mondiale. Si tratta di un progetto all’avanguardia che implementa tecnologie interattive di visualizzazione mai realizzate prima in un’area all’aperto di così ampie dimensioni. Orari 9.30-19.00, con ingresso da viale Aventino, durata circa 40 minuti. Ultimo ingresso ore 18.00. Per informazioni www.circomaximoexperience.it. 

Aperti tutte le sere anche i due spettacoli multimediali del progetto Viaggi nell’antica Roma, che fanno rivivere la storia del Foro di Cesare e del Foro di Augusto, accompagnati dalla voce di Piero Angela e dalla visione di filmati e proiezioni che ricostruiscono i due luoghi così come si presentavano nell’antica Roma. I due spettacoli possono essere ascoltati in 8 lingue (italiano, inglese, francese, russo, spagnolo, tedesco, cinese e giapponese).  Per il Foro di Augusto sono previste tre repliche ogni sera (durata 40 minuti) per il Foro di Cesare lo spettacolo è itinerante ed è possibile accedere ogni 20 minuti (lo spettacolo dura circa 50 minuti). Per informazioni www.viaggioneifori.it

Dal lunedì alla domenica dalle 19.45 alle 23.00 (ultimo ingresso alle 22.00), è possibile ammirare L’Ara com’eraattraverso un progetto multimediale che utilizza particolari visori in cui elementi virtuali ed elementi reali si fondono al Museo dell’Ara Pacis. I visitatori sono trasportati in una visita immersiva e multisensoriale all’altare voluto da Augusto per celebrare la pace da lui imposta in uno dei più vasti imperi mai esistiti. L’esperienza, tra riprese cinematografiche dal vivo, ricostruzioni in 3D e computer grafica, realtà virtuale e aumentata, della durata di circa 45 minuti, è disponibile in 5 lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco. I visori non sono utilizzabili al di sotto dei 13 anni. Info su www.arapacis.it. 

Nel fine settimana sono in programma visite guidate condotte da personale specializzato nell’ambito del progetto Musei da toccare, ideato con l’obiettivo di realizzare musei ‘senza frontiere’, a misura di tutti, e offrire all’intero pubblico la possibilità di accedere alle strutture museali e alle aree archeologiche, facilitando l’accesso al patrimonio culturale e valorizzando le buone pratiche rivolte all’inclusione.

Nel pomeriggio di venerdì 27 settembre è proposta la visita tattile-sensoriale condotta da operatori specializzatiLa Casina delle meraviglie alla Casina delle Civette di Villa Torlonia dalle 16.00 alle 18.30.

Per sabato 28 settembre, l’appuntamento è al Museo di Casal de’ Pazzi, dalle 10.30 alle 13.00, con l’iniziativa didattica Il Pleistocene da toccare, in cui i visitatori potranno toccare alcuni resti faunistici fossili: una grande zanna di elefante, alcuni denti di proboscidati e altri resti di faune presenti nell’esposizione. Domenica 29 settembre, La Centrale Montemartini: un incontro tra archeologia industriale e arte classica dalle 10.30 alle 13.00 mentre, dalle ore 15.30 alle 18.00, esplorazioni tattili all’Ara Pacis.

Vastissima scelta al Museo di Zoologia, che invita i più giovani a partecipare a diverse iniziative per il fine settimana. Dalla Terra all’Universo è in programma sabato 28 settembre (ore 11.00, 12.00, 16.30) e domenica 29 settembre (ore 11.00 e 17.30), un percorso attraverso la storia delle osservazioni astronomiche, dagli antichi calendari ai potenti telescopi spaziali, fino alle conoscenze attuali sulla vita delle stelle, sulla natura dei pianeti e sull’espansione dell’universo. Sabato 28 settembre, 15.30 – 17.30, Scienza divertente. Scheletri & Co. esplora l’affascinante mondo degli scheletri, osservando, misurando e ricostruendo quelli conservati al Museo. Dalle vertebre della balena alle costole della giraffa per indagare e verificare differenze e similitudini, imparare a conoscere lo scheletro degli animali vertebrati e le sue principali funzioni. Ancora sabato 28 settembreEcologia Cosmica: figli delle stelle, custodi della Terra di Stefano Giovanardi – Sala della Balena alle 17.30 – propone una riflessione filosofica e scientifica sul ruolo dell’umanità rispetto al nostro pianeta. Evento speciale “Notturno scienziato”… Animali Vs Supereroisabato 28 settembre dalle 19.30 alle 23.30, una divertente serata fra gare, dimostrazioni scientifiche e giochi di squadra, per andare alla scoperta degli incredibili e straordinari supereroi del mondo animale che hanno ispirato i creatori di molti fumetti… da Batman a Spiderman alla strabiliante Black Panther. Domenica 29 settembre Alligatori in città, 15.30 – 18.15, sarà un nuovo, entusiasmante Museo-game. Tra le sale del museo si andrà alla scoperta di questi antichi rettili che popolano fiumi, paludi e acquitrini, per svelare i misteri dei predatori che da sempre, per mille e più motivi, scatenano la fantasia. Domenica 29 settembre Il Dottor Stellarium alle 12.00 e alle 16.30 porterà con sé i bambini rispettivamente alla scoperta del sole e delle stelle.

È un laboratorio didattico per bambini dai 7 ai 12 anni anche Rifacciamo le vetrate alla Casina delle Civette di Villa Torlonia, sabato 28 settembre alle 11.00. L’obiettivo dell’attività è realizzare un piccolo magnete da portare a casa, che solleciti l’attenzione dei ragazzi verso lo spazio e gli oggetti da riprodurre, senza l’uso di filtri visivi.

Alle 16 di domenica 29 settembre l’itinerario Il silenzio abitato degli oggetti al Museo Pietro Canonica di Villa Borghese si incentra sugli appartamenti privati di Pietro Canonica. La casa, abitata dall’artista dal 1927, incarna il fascino senza tempo di un luogo arredato con gusto, cura ed eclettismo di primo Novecento.

Oltre al grande patrimonio di collezioni permanenti, nei Musei Civici della Capitale sono sempre numerose, varie e interessanti le mostre da visitare durante il weekend.Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte è la splendida esposizione ai Musei Capitolini, nelle sale espositive diPalazzo Caffarelli, omaggio a uno dei più grandi protagonisti del Rinascimento italiano con una selezione di opere di grande prestigio provenienti da collezioni italiane e straniere. Nelle sale al piano terra di Palazzo dei Conservatori continua L’Arte Ritrovata, un mosaico di testimonianze archeologiche e storico artistiche, dall’VIII secolo a.C. all’età moderna, altamente simbolico e rappresentativo della pluridecennale azione di salvaguardia operata dall’Arma dei Carabinieri.

Al Museo dell’Ara PacisClaudio Imperatore. Messalina, Agrippina e le ombre di una dinastia conduce alla scoperta di vita e regno del discusso imperatore romano, dalla nascita a Lione nel 10 a.C. fino alla morte a Roma nel 54 d.C., mettendone in luce la personalità, l’operato politico e amministrativo, il legame con la figura di Augusto e con il celebre fratello Germanico, il tragico rapporto con le mogli Messalina e Agrippina, sullo sfondo della corte imperiale romana e delle controverse vicende della dinastia giulio-claudia.

Colori degli Etruschi. Tesori di terracotta alla Centrale Montemartini propone una straordinaria selezione di lastre parietali figurate e decorazioni architettoniche a stampo in terracotta policroma, provenienti dal territorio di Cerveteri (l’antica città di Caere) e in parte inediteSono esposti reperti archeologici di fondamentale importanza per la storia della pittura etrusca, recentemente rientrati in Italia grazie a un’operazione di contrasto del traffico illegale.

Ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali prosegue fino al 18 ottobre Mortali Immortali, tesori del Sichuan nell’antica Cina, un percorso straordinario nella vita sociale e nel mondo spirituale dell’antico popolo Shu, che proprio su questa terra nel sud-ovest della Cina ha creato una civiltà unica. Sono esposti eccezionali reperti in bronzo, oro, giada e terracotta, databili dall’età del bronzo (II millennio a.C.) fino all’epoca Han (II secolo d.C.) e provenienti da importanti istituzioni cinesi.

Alla Galleria d’Arte ModernaDonne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione propone una riflessione sulla figura femminile attraverso artisti di diverse correnti artistiche e temperie culturali tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri. Inoltre, nel chiostro giardino della Galleria, Wechselspiel, le installazioni di Paolo Bielli e Susanne Kessler costituiscono un doppio percorso che si collega alla mostra in corso e alle sculture del chiostro.

Nella mostra In Paradiso al Museo Civico di Zoologia Giorgio Marcoaldi, con le sue foto a colori, riesce a catturare momenti di vita degli animali che vivono nelle vallate alpine del Parco, cogliendoli nell’arco delle diverse stagioni. Tonino Mosconi, nelle sue foto in bianco e nero, racconta i ritmi delle popolazioni locali e delle loro tradizioni.

Al Museo di Roma in Trastevere prosegue Emiliano Mancuso. Una diversa bellezza. Italia 2003 – 2018, una mostra dedicata al lavoro del fotografo, scomparso prematuramente lo scorso anno. Dalle immagini emerge un’umanità dolente, un’Italia ferita alla costante ricerca della sua identità in un perenne oscillare tra la conferma dello stereotipo e la cartolina malinconica.

Al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese con la mostraFrank Holliday in Rome fa il suo primo ingresso in un’istituzione museale italiana uno degli artisti del Club 57 – lo storico locale dell’East Village al quale recentemente il MoMA di New York ha dedicato una grande mostra – attraverso 36 opere dipinte nel suo studio vicino a piazza Navona, dove Holliday ha lavorato alacremente avendo come ispirazione le opere dei maestri della storia dell’arte.

Al Casino dei Principi di Villa Torlonia Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio, curata da Claudia Terenzi e Bruno Aller, con il sostegno dell’Archivio Luigi Boille. Una panoramica di più di ottanta opere che raccontano il percorso artistico del Maestro dal 1958 al 2015.

Per i possessori della MIC card è libero l’accesso ai Musei Civici e ai siti archeologici e artistici della Sovrintendenza Capitolina. Sono inoltre incluse le visite e le attività didattiche effettuate dai funzionari della Sovrintendenza Capitolina che rientrano nel biglietto d’ingresso al museo mentre non sono comprese le mostre negli spazi espositivi del Museo di Roma a Palazzo Braschi e del Museo dell’Ara Pacis nonché le esperienze immersive e multimediali. La MIC, al costo di 5 euro, permette l’ingresso illimitato negli spazi indicati per 12 mesi. Per informazioni www.museiincomuneroma

Alla Casa della Memoria e della Storia venerdì 27 settembre è possibile visitare la mostra foto-documentariaLa Guerra Addoso. Tracce del primo conflitto mondiale sui corpi e nelle menti dei sopravvissuti. Attraverso il vastissimo materiale fotografico e documentario a disposizione sulla Grande Guerra e le fonti d’archivio custodite presso enti e organizzazioni, l’esposizione, dopo aver delineato un quadro generale dell’impatto traumatico del conflitto, focalizza l’attenzione sulla determinante opera di assistenza dispiegata dall’organizzazione sanitaria sui campi di battaglia così come nelle retrovie del fronte. www.comune.roma.it 

Rivivono alla Casa del Cinema di Villa Borghese le atmosfere del romanzo e la lavorazione del celebre film diretto da Luchino Visconti negli scatti della mostra Il Gattopardo 1959–2019. A sessant’anni dal Premio Strega ottenuto dal romanzo, le immagini in bianco e nero del fotografo Nicola Scafidi raccontano sopralluoghi e backstage, gli arrivi degli attori protagonisti, l’anteprima del film a Roma.

Debutto sul podio del Teatro dell’Opera di Roma del Don Giovanni, in scena da venerdì 27 alle 19.30 con replichesabato 28 alle 18 e domenica 29 alle 16.30. Graham Vick conclude all’Opera di Roma la sua lettura della trilogia Mozart/Da Ponte con il nuovo allestimento del Don Giovanni. Dal podio dirige l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma il Maestro Jérémie Rhorer, al suo debutto al Costanzi.

Gli appuntamenti con il teatro internazionale del Romaeuropa Festival 2019 proseguono con la commistione tra arti performative e cinema grazie alla straordinaria presenza dell’attrice premio Oscar Isabelle Adjani, in scena da venerdì 27 a domenica 29 settembreal Teatro Argentina per il regista francese Cyril Teste, in un affondo sul film culto Opening Night di Cassavetes. Musica elettronica e contemporanea all’Auditorium Parco della Musica sabato 28 in un doppio concerto che affianca la “continuous music” di Lubomyr Melnyk con l’elettronica di una leggenda vivente come Carl Craig.Domenica  29 sarà Murcof a confrontarsi con la pianista Vanessa Wagner in una commistione tra elettronica e piano nata per rileggere una selezione di opere tra le più importanti del Novecento. Arti visive al Mattatoio venerdì 27 con la personale di Pascale Marthine Tayou Love Garden e con l’ultima replica di The Valley (An apocalypse) dell’artista fiammingo Hans Op de Beck.

Al Macro Asilo sabato 28 alle 16 in sala lettura in programma l’autoritratto dell’artista finlandese Katriina Haikala a cura di Riikka Vainio. Dalle 17 nell’area incontrisi terrà Ti Sento! | Non Essere Sordo Alle Emozioni | Confronto Poli-Artistico Bi-Culturale Sul Silenzio a cura di Francesca Masiero. Il progetto intende mettere a confronto il mondo dei sordi e quello degli udenti attraverso le diverse arti (fotografia, grafica, collage e performance), scoprendo l’enorme potenziale comunicativo della LIS, la lingua dei segni, fatta di espressioni emotive e concrete gestualità. Alle 18 in sala auditorium la celebre antropologa statunitense Sally Price presenta la lectio magistralis dal titolo La Seconda Vita della Primitive Art. Una nuova generazione di artisti, cresciuti in contesti che una volta erano considerati “primitivi”, sta rielaborando le proprie tradizioni artistiche alla luce dell’attuale situazione socio-economica e delle nuove strategie di mercato. Dalle 20 alle 22, sul palco del Foyer, Plan 9 e Zoion propongono Distormation, un live electronic in cui due mondi di elaborazione sonora si fondono tra improvvisazione e strutture ritmiche, sampling e immagini, in un confronto originale tra due artisti.Domenica 29 alle 11 per le Macroletture, a cura di Maria Ida Gaeta, in programma In Territorio Selvaggio di Laura Pugno, i romanzi e le poesie dal 2007 al 2019. Alle 18 in sala auditorium si svolgerà la lectio magistralis Become a Curator di Gianni Romano. 

Dal 26 settembre al 24 novembre negli spazi del Mattatoio si svolgeranno una serie di appuntamenti di teatro, performance, talk, arti digitali e musica che sono parte del programma di LANDSCAPES: paesaggi del contemporaneo tra teatro, danza, musica, digital e Kidsdella 34esima edizione del Romaeuropa Festival che  viaggia tra riti ancestrali e cultura urbana, tra radici spezzate e migrazioni forzose, tra realismo globale e intelligenza artificiale, per sviluppare una affascinante lettura critica del nostro tempo.

All’Auditorium Parco della Musica sabato 28 settembrela Sala Santa Cecilia alle 21 accoglierà Motta per l’ultima data del suo tour. Domenica 29, nella stessa sala sempre alle 21, il giovane tenore Alberto Urso si esibirà per la prima data del suo Solo live. Alla Casa del Jazz sabato 28 settembre alle 21 il giovane e talentuoso chitarristaAndrea Molinari presenterà 51, il suo ultimo disco.

Fondazione Cinema per Roma propone fino a domenica 29 la rassegna cinematografica San Lorenzo in Cinema, realizzata da Fabrique du Cinéma per il Municipio II in collaborazione con la Fondazione stessa. La manifestazione si svolge nel cuore dello storico quartiere di San Lorenzo, al Parco dei Caduti 19 luglio 43, luogo simbolo della riqualificazione e dell’impegno delle istituzioni e dei soggetti attivi sul territorio, è dedicata ai registi che rappresentano la nuova generazione di cineasti di qualità del nostro cinema per condividere con la cittadinanza i temi affrontati nelle loro pellicole. Venerdì 27 ospiti Claudio Giovannesi e Daphne Scoccia, rispettivamente regista e interprete di Fiore, il film che tanto successo ha riscontrato al Festival di Cannes 2016. Sabato 28 è la volta di Fiore Gemello, l’opera seconda di Laura Luchetti. Infine domenica 29, in collaborazione con il Comitato di Quartiere di San Lorenzo, spazio ai cartoni animati e alla commedia: nel pomeriggio infatti sarà proiettato Alvin Super Star alla presenza dei ragazzi delle scuole, mentre la sera Vincenzo Alfieri presenta la sua divertente opera prima su alcuni improbabili supereroi nostrani, I Peggiori, con Lino Guanciale.