Anzio, per il Campionato invernale classe Platu ospita delle veliste di eccezione

0
142
(MeridianaNotizie) Anzio, 29 novembre 2019 – Anzio per il Campionato invernale classe Platu, ospita delle veliste di eccezione. Un team straordinario di donne il  “Welcome On Board International Sailing Team (WOBi)”, che sarà impegnato, in quei giorni a gareggiare, portando tra mare e terra: cultura, tradizione, aggregazione e spirito d’avventura di 56 donne appartenenti a 18 Paesi prevalentemente europei, ma anche provenienti da Nuova Zelanda e Canada. Il team è stato fondato da Claudia Crespi l’8 marzo di quest’anno ed ha avuto in breve tempo un boom di adesioni. Hanno partecipato alle regate femminili del circuito europeo, da marzo ad ottobre nei paesi: Croazia (marzo), Francia (marzo o ottobre) Germania (giugno), Ucraina (luglio), Romania Spagna (settembre), Italia (Anzio). Donne i cui volti sono sferzati dal vento e dal sale, spinte dalla loro passione per la vela, ad attraversare nelle regate transoceaniche i mari di ogni Paese. Durante le regate la loro Bandiere sono cucite insieme, non hanno una bandiera individuale e dichiarano di essere un’Unione di Nazioni. Non temono le stagioni né le distanze, ma a quanto sembra solo la lontananza dal mare. L’elemento linguistico non crea differenza e l’elemento mare, unisce le loro storie di donne e la loro passione. Promotrici virtuose dell’amicizia e dello scambio internazionale, cercano di sensibilizzare, sulla cura dell’ambiente marino e sulla presenza femminile in questo sport. Il prossimo 14 dicembre, saranno qui patrocinate dal comune di Anzio, e sarà un vero piacere ascoltarle dal vivo.
Claudia Crespi la fondatrice del gruppo che parteciperà con il suo team di veliste provenienti da: Croazia, Italia, Montenegro repubblica ceca Portogallo, Slovacchia, Ungheria e Grecia, ci ha dichiarato: “A causa del maltempo non abbiamo potuto regatare nel primo weekend del Campionato Platu, ma non vediamo l’ora che arrivi il 13, che saremmo di nuovo ad Anzio, sperando di cominciare le regate.”