Ardea, un delfino morto strozzato da una fune è stato ritrovato sul lungomare

0
344

(MeridianaNotizie) Ardea, 29 novembre 2019 – Un delfino morto spiaggiato è stato ritrovato ad Ardea sul lungomare degli ardeatini, all’altezza del civico 188.

Alla presenza dei militari della Guardia costiera di Torvajanica, il biologo Valerio Manfrini (referente per il Lazio del Centro Studi Cetacei), e il veterinario della Asl Roma 6, sono effettuato i primi esami sulla carcassa del mammifero.

«Si tratta di un esemplare femmina di stenella striata della lunghezza totale di 178 cm – ci informa Valerio Manfrini, biologo del Centro Studi Cetacei – Era legata, all’altezza della coda, tramite una fune di nylon a un ammasso informe di legni, ombreggiante, rifiuti vari e barili di plastica come quelli usati per le reti da posta. Lo strozzamento a ridosso della coda è avvenuto quando l’animale era ancora in vita, testimonato dalla necrosi della coda stessa. È probabile che lo strozzamento della fune sia stato causato dai tentativi del delfino di liberarsi».

«L’esemplare è quasi un sub-adulto – aggiunge il biologo – alla nascita i piccoli di stenella striata misurano 90 cm mentre la lunghezza massima che possono raggiungere è 2,10 m. Il delfino era legato con una fune che a sua volta proveniva da un ammasso di rifiuti vari, è morto a causa dell’inquinamento dell’uomo, questa è l’unica certezza» .

La carcassa è stata spostata per non essere portata via dalla corrente del mare e messa in sicurezza. Domani sarà analizzata dall’istituto zooprofilattico.

Sul posto anche gli agenti della polizia locale e personale di protezione civile del nucleo operativo Airone.