Tor San Lorenzo, infiltrazioni e calcinacci nei locali della scuola: genitori in protesta

0
200

(MeridianaNotizie) Ardea, 11 novembre 2019 – Il maltempo non si ferma, una bomba d’acqua ha colpito tutto il litorale romano provocando disagi a tutti i cittadini. Ad Ardea, nella mensa dell’Istituto comprensivo Ardea II, plesso della scuola dell’infanzia di via Campo di Carne, è caduto del materiale dal controsoffitto, pezzi di intonaco dallo spessore di 3 cm, proprio dove mangiano i bambini. Tragedia sfiorata, si potrebbe dire, per fortuna quando è avvenuto il cedimento la scuola era chiusa. L’area interessata risulta ora momentaneamente interdetta. Oltre ai pannelli del controsoffitto – a quanto pare – ci sono anche problemi di infiltrazione d’acqua attraverso le travi. L’episodio ha comunque fatto scattare la protesta dei genitori degli alunni che frequentano la scuola e delle rappresentanti del consiglio di Istituto dell’IC Ardea II che – attraverso una nota – manifestano la loro indignazione per le condizioni disastrose in cui versa l’istituto.

«Questa mattina – dichiarano le rappresentanti – è stata dichiarata inagibile l’aula della mensa, della quale usufruiscono i bambini della materna e delle quinte classi elementari, a causa del crollo dei pannelli posti al soffitto. Aggiungiamo poi che il corridoio presenta infiltrazioni in diversi punti. Vogliamo Rendere partecipi tutti delle enormi problematiche strutturali che riguardano l’ala della scuola secondaria. In particolare, alcune aule sono invase da muffa e infiltrazioni tali da impedire il regolare svolgimento delle lezioni. Alcuni alunni sono stati spostati nella zona “teatro” che, ricordiamo, è anch’essa inagibile sempre a causa delle infiltrazioni».

«La scuola è al collasso – aggiungono le rappresentanti – , il diritto allo studio comprende anche il diritto di frequentare una scuola agibile e sicura. Queste problematiche affliggono l’istituto da troppi anni. Chiediamo, a chi di dovere, di assumersi le proprie responsabilità e di garantire agli alunni e ai genitori un pieno diritto allo studio e alla propria incolumità. Si fa presente inoltre che, durante le vacanze estive di luglio il comune di Ardea ha effettuato dei lavori per la messa in sicurezza dell’ istituto ma le condizioni attuali della scuola dimostrano che i lavori non hanno affatto risolto i gravi problemi strutturali e ad oggi abbiamo le stesse problematiche degli anni passati».

«Gli interventi – concludono i genitori – di manutenzione e di ripristino delle condizioni di sicurezza devono essere fatte in via preventiva e mai in seguito a incidenti che riguardino gli alunni. Le attuali previsioni meteorologiche prospettano una settimana di rovesci forti e acquazzoni. Come reggerà la struttura a condizione climatiche avverse? Chiediamo un intervento urgente e risolutivo».

Intanto il primo cittadino di Ardea – attraverso una nota – fa sapere che «non c’è nessun pericolo per  i bambini nella scuola a Tor San Lorenzo».

«Durante la notte le copiose ed eccezionali precipitazioni – aggiunge Savarese – hanno provocato l’infiltrazione d’acqua che i tecnici stanno cercando di individuare. Nessun problema dai solai dove di recente si è intervenuto, ma probabilmente dalle vecchie condutture. L’acqua si è infiltrata finendo per gocciolare su un contro-soffitto in carton-gesso. Tre piastrelle hanno ceduto perché zuppe d’acqua
Tutto è accaduto di notte, ma se il fatto si fosse verificato durate le ore diurne, il gocciolamento ben visibile ci avrebbe evitato anche i lievi danni subiti».

«Nessuna tragedia imminente – conclude il Sindaco –  e nessun pericolo per i bambini. Ho chiesto al preside di istituire per qualche giorno un doppio turno alla mensa. Il tempo strettamente necessario per trovare l’origine dell’infiltrazione e riparare il lieve danno che si è verificato in uno dei locali mensa della scuola di Via Campo di Carne».

M.G.