Ardea, dai banchi del centrodestra l’appunto dei consiglieri al Sindaco

0
338

 

(MeridianaNotizie) Roma, 12 novembre 2019 – “Il sindaco – dichiarano i consiglieri firmatari del presente comunicato stampa – parla di copiose ed eccezionali precipitazioni che hanno causato l’infiltrazione dei solai nella scuola di via Campo di Carne. Sindaco, una cosa è eccezionale quando si verifica raramente, mentre qui il clima va mutando con continue bombe d’acqua. Non c’è nulla di eccezionale – evidenziano i consiglieri – e tutto deve essere oggetto di pianificazione. Per quelle tre mattonelle cadute, come lei dice, quando era portavoce del Movimento 5 Stelle, avrebbe scatenato una rivoluzione. Non capiamo perché oggi lei abbia tutte le intenzioni di minimizzare: forse perché il ‘Savarese di lotta’ è diverso dal ‘Savarese di governo’?”

“Con la determina 948 del 26 giugno 2019 – continua il comunicato stampa – c’è stato un affido per la manutenzione dei plessi scolastici per 75.000 euro. E’ vero che i nostri plessi sono vecchi e che purtroppo si vanno a fare tamponature, ma noi dell’opposizione chiediamo di sapere esattamente quali sono stati gli interventi prioritari eseguiti e su quali scuole. Noi che conosciamo il territorio, e lo amiamo, sappiamo bene quali siano i punti deboli e sapevamo da tempo che il tetto della scuola aveva delle infiltrazioni”.

“Sindaco, – concludono i consiglieri – perché ancora non si vedono gli interventi su via Sant’Antonio nonostante abbiamo ottenuto 65.000 euro di soldi del ministero? Ricorda? Aveva fatto un nodo al fazzoletto per i primi di settembre? Ci deve mettere al corrente della relazione dei vigili del fuoco fatta su via Campo di Carne. Vogliamo effettivamente capire lo stato delle tre mattonelle della scuola e poi di tutti gli altri istituti”.

Lo dichiarano in un comunicato stampa i consiglieri di centrodestra, Annamaria Tarantino e Massimiliano Giordani (Cambiamo), Raffaella Neocliti (Misto), Riccardo Iotti e Maurice Montesi (Fratelli d’Italia), Luana Ludovici (Lega), Edelvais Ludovici e Franco Marcucci (ClGpA).

Massimo Catalucci