Lazio-Cluj 1-0, la “zampata” di Correa al primo tempo, tiene accese le speranza della Lazio in Europa League

0
150

(Meridiananotizie) Roma, 29 novembre 2019 – Una Lazio molto rimaneggiata è scesa ieri sera in campo per la penultima partita del giorno di ritorno del gruppo E di Europa League.

E’ stato sufficiente un lampo di Correa al primo tempo. A seguito di un bella azione innescata sempre dall’insostituibile Luis Alberto, che ha acceso l’argentino che, quest’ultimo con l’ausilio del giovane Adekanye che gli prolunga la palla con un colpo di petto, elude l’intervento dei difensori e con una “rasoiata” ad incrociare, trafigge l’estremo difensore del Cluj insaccando la palla nella rete alla sua sinistra.

E’ uno a zero per la Lazio. Il Risultato non cambierà più per tutta la partita. La Lazio ottiene, anche senza i suoi titolari, Immobile, Leiva, Milinkovic-Savic, Strakosha, Lulic, la vittoria che la tiene ancora in corsa per continuare l’avventura in Europa League di quest’anno. Ed anche se sono molte le probabilità che non lasciano ben sperare, è giusto crederci fino in fondo. La lazio dovrà vincere la prossima partita contro i francesi del Rennes e sperare nella sconfitta del Cluj contro il Celtic.

Intanto, occorre ora riconcentrarsi sul cammino in campionato e approfittare delle due gare che i biancocelesti disputeranno in casa contro l’Udinese e la Juventus, per confermare e stabilizzare l’importante posizione in classifica del terzo posto meritato sul campo e che vede la Lazio occupare questa casella della classifica in solitario.

Le dichiarazioni degli allenatori nel pre-gara

S. Inzaghi – Oggi non era facile, abbiamo l’amaro in bocca per i risultati degli incontri precedenti. Ora abbiamo quest’ultima partita, il Celtic ha già vinto a Roma e magari in Romania se la giocherà. Noi dobbiamo vincere in casa del Rennes, replicando la gara di oggi che non era facile e l’abbiamo approcciata bene. Nel primo tempo dovevamo segnare di più, nella ripresa abbiamo sofferto la loro fisicità. Ci siamo concentrati sul campo e poi comunque abbiamo rischiato poco dopo il vantaggio. Oggi ci crediamo un po’ di più, siamo ancora in corsa e vedremo cosa succederà nell’ultima partita: ho dei giocatori di qualità che si sacrificano anche se abbiamo trovato l’equilibrio giusto. Per migliorare dobbiamo segnare di più: in Serie A siamo il secondo attacco ma possiamo fare meglio “.

Dan Petrescu – “E’ stata dura, la Lazio ha giocato meglio nel primo tempo, mentre noi nella ripresa. Adesso dovremo giocarci tutto negli ultimi 90′. Il Celtic è favorito nell’ultima gara, starà a noi dare il massimo per centrare la vittoria e la qualificazione. Abbiamo dato il massimo, ma ricordiamoci che la Lazio è terza in Serie A e ultimamente ha ottenuto ottimi risultati in campionato con un filetto di vittorie. Non ho paura solo dell’ultimo preliminare di Champions con il Cletic, ma della loro mentalità. Ho giocato dieci anni in Inghilterra e loro verranno a Cluj per vincere. Senza stress né pressione che sarà invece su di noi”.

Il tabellino della gara

LAZIO (3-5-2): Proto; Bastos, Vavro, Acerbi; Lazzari, Parolo, Cataldi, Luis Alberto (35° st Patric), Jony (29° st Lulic); Adekanye (20° st Caicedo), Correa. A disposizione: Luiz Felipe, Guerrieri, Falbo, Alia. Allenatore: Inzaghi

CLUJ (5-4-1): Arlauskis; Peteleu (28° st Susic), Burca, Boli, Cestor, Camora; Bordeianu (17° st Deac), Djokovic, Culio, Paun (21° st Traoré); Omrani. A disposizione: Fernandez, Pascanu, Golofca, Hoban. Allenatore: Petrescu

ARBITRO: Palabiyik (Tur)

MARCATORI: 24° pt Correa

NOTE: Ammoniti: Adekanye (L); Djokovic, Traoré (C). Recupero: 2′ e 4′.

-articolo di Massimo Catalucci