Ardea, Neocliti (FdI): “Verificare su un possibile conflitto di interessi da parte del Presidente del Consiglio Comunale nell’acquisizione di fondi regionali”

0
407

(Meridiananotizie) Ardea, 8 dicembre 2019 – “Il Sindaco invece di dispiacersi per il mio intervento, si dispiacesse per l’incapacità della sua amministrazione nel portare avanti un progetto“.

Apre così la sua polemica il consigliere Raffaella Neocliti (FdI) con il Sindaco Mario Savarese, riguardo la gestione di fondi regionali da destinare ad eventi Natalizi.

“Ci spieghi, il Sindaco, come ha potuto permettere che ciò avvenisse. Lui, garante della legalità, ci dica come sia stato possibile consentire al Presidente del Consiglio Zito di portare contributi regionali al suo datore di lavoro”.

La questione riguarda, non tanto l’accesso pubblico a fondi regionali per gli eventi suindicati, piuttosto ad un conflitto d’interessi evidenziato dalla Neocliti che coinvolgerebbe il Presidente del Consiglio Comunale.

“Non si questiona sulla valenza del progetto – aggiunge Neocliti – ma sulle modalità. Ho chiesto, infatti, con mia nota protocollata, che allego alla presente, chiarimenti alla Dott.ssa Falso, Segretario Generale e Garante della Trasparenza. Il Sindaco parla di visibilità politica, io la chiamo visibilità e controllo degli atti amministrativi. Il Presidente Zito chiede quali siano le mie competenze: sicuramente quelle del controllo che il mio ruolo istituzionale mi consente”.

“Se tutto fosse stato regolare – prosegue il consigliere di Fratelli d’Italia -, non avreste avuto motivo di annullare l’evento in programma. Ma su questo, sulla regolarità, attendo risposte da parte del Segretario Generale in maniera ufficiale. Vogliamo ricordare l’affido diretto di € 24.400,00 che il Sindaco fece alla società Leganet, annullato il giorno dopo la mia interrogazione dove si evidenziava una spesa doppia rispetto a quanto, per lo stesso servizio, avevano pagato i comuni limitrofi?”

“E ancora – aggiunge Neocliti -, vorremmo sapere se i soldi dell’accantonamento per i rimborsi al datore di lavoro del Presidente Zito, € 16.000,00, siano ancora congelati in attesa di essere riconosciuti come rimborsi dovuti, altrimenti che vengano utilizzati per il sociale”. ”

“Non credo – conclude Neocliti – di osare troppo nel dirvi: presentate le dimissioni. Avete disatteso palesemente qualsiasi aspettativa dimostrando incapacità, pressappochismo, faziosità e molto poca onestà, prendendovi gioco di quegli elettori che avevano realmente creduto in un cambiamento”.

-articolo di Massimo Catalucci