I Consiglieri E. Ludovici e Montesi (FdI), attaccano la maggioranza: “Un’Amministrazione che ha portato al collasso finanziario la città di Ardea”

0
393

(Meridiananotizie) Ardea, 19 dicembre 2019 – In una nota stampa congiunta, i Consiglieri di Fratelli d’Italia, Edelvais Ludovici e Maurice Montesi, attaccano la maggioranza, precisando alcune anomalie che, secondo loro, l’Amministrazione sta mettendo in atto nel corso della sua gestione della città di Ardea.

Disastro economico finanziario“, così lo definiscono di due Consiglieri.

“Nello scorso consiglio comunale del 13.12.2019  – si legge nella nota stampa – i grillini del comune di ardea hanno approvato atti di indirizzo esternalizzazione tributi e la convenzione integrativa al project financing, per i cimiteri di Nazareno Strampelli e Via S.Marina allegando all’atto di convenzione, il regolamento di polizia mortuaria che non abbiamo mai discusso per esso non si è fatta nessuna commissione, pertanto si arriva in consiglio come al solito che non si conoscono e non si discutono gli atti in aggiunta non si possono apportare emendamenti. La maggioranza conosce gli atti e noi secondo le loro regole dovremmo approvarlo”.

“Siamo d’accordo -precisano i consiglieri – con l’atto di indirizzo della esternalizzazione della riscossione tributi che determina una riscossione dei tributi pregressi dei cittadini. Mentre, non siamo d’accordo su come vengono gestite le situazioni in consiglio comunale, in quanto la scorsa volta lo stesso atto di indirizzo è stato rinviato e tolto dall’odg del consiglio comunale proprio dalla segretaria comunale, per motivi soggettivi ed oggettivi, dopo circa due mesi si fa un consiglio comunale, si inserisce di nuovo l’esternalizzazione dei tributi, la segretaria generale che avrebbe dovuto darci delle spiegazioni sul perché la scorsa volta l’atto è stato ritirato ed oggi ripresentato, per pura causalità non è presente e non si trova a dirigere i lavori del consiglio comunale”.

“La segretaria comunale è da giorni che detiene corsi ai dipendenti comunali sulla trasparenza e legalità – aggiungono E. Ludovici e Montesi – e quindi sull’amministrazione trasparente, pertanto in quella sede si chiedeva trasparenza sull’atto di indirizzo della esternalizzazione tributi”.

“L’altro punto – precisano i due Consiglieri di minoranza – molto sentito dalla maggioranza in questo consiglio comunale è stato quello della convenzione integrativa del cimitero di Via Strampelli e Via S. Marina. Intanto l’amministrazione in piena libertà ha scelto la ditta che farà i lavori di manutenzione sui cimiteri di Via Strampelli e Via S. Marina , e sarà sempre quella del project financing che sta costruendo il prosieguo del cimitero di Via Nazareno Strampelli, scelta intrapresa per volontà dalla maggioranza di questo consiglio, cioè dai pentastellati“.

“Viste le scelte – precisano E. Ludovici e Montesi – al quanto discusse e volendo conoscere bene la volontà di questa amministrazione intraprendente nel fare scelte economiche un po’ bizzarre, abbiamo chiesto un capigruppo urgente durante il consiglio comunale per raccogliere le varie problematiche che questo atto di convenzione raccoglie nel suo essere. I consiglieri di maggioranza nella loro rappresentante hanno chiarito la loro posizione indiscutibile, sono tornati in aula ed hanno votato la convenzione del cimitero e il regolamento della polizia mortuaria, tra il comune e la ditta, cioè la società esistente procederà anche, alla manutenzione straordinaria dei due cimiteri”.

“La perplessità influenza psicologicamente la situazione – proseguono i due Consiglieri – e porta a riflettere sulla fretta di votare questa convenzione che oltretutto riepiloga e mette le mani nelle tasche dei cittadini facendo pagare un loculo dato in concessione 3.000 euro per il cimitero di via Nazareno Strampelli e 3.600 euro per un loculo nel cimitero monumentale di S.Marina, si pagano moltissimi soldi, su due cimiteri già costruiti da moltissimi anni di cui uno di essi monumentale, ad oggi i due cimiteri non hanno un costo di costruzione. Nel nuovo cimitero in costruzione , il loculo in costruzione costa ugualmente 3.000 euro. Qualcosa non torna… Se guardiamo le tariffe per un loculo negli altri paesi e parliamo anche di città , ci rendiamo conto che le nostre tariffe sono lievitate a differenza delle loro, più del 50%“.

“Altra informazione che gradiremmo dare ai cittadini – puntualizzano E. Ludovici e Montesi – è l’inadeguatezza e forse l’irresponsabilità che si riconosce in questa amministrazione pentastellata. E’ stato dichiarato dal sindaco e dal presidente della commissione ambiente che il Comune non ha diffidato nessuno sulla riapertura della discarica e al momento nessun ricorso al Tar è stato fatto contro la riapertura della discarica di Roncigliano, tutto tace”.

“I termini – concludono i due Consiglieri di minoranza – scadranno il 30.12.2019 e quando scadrà questo tempo se avranno voglia si appelleranno con un ricorso al Presidente della Repubblica. Insomma, una battaglia contro i mulini a vento. La prepotenza di questa amministrazione è solo quella di mettere le mani nelle tasche dei cittadini di Ardea e di aver portato al collasso economico finanziario la nostra città con l’aver dichiarato un dissesto finanziario”.