Mibact, MuSST#2 ‘ i musei dei poli museali iperconnessi con i territori

422

Il progetto ha promosso una strategia di sistema in grado di coinvolgere il patrimonio culturale nella sua interezza  avendo come punto di riferimento i singoli musei.

(MeridianaNotizie) Roma, 16 dicembre 2019 – Il programma MuSST – Musei e Sviluppo dei Sistemi Territoriali giunto alla sua seconda edizione si è chiuso con una giornata di confronto e verifica a cui hanno partecipato, oltre rappresentanti della Direzione Generale dei Musei del Mibact,   anche di Anci  e Federculture.

Un  convegno  in cui si é evidenziato l’enorme numero di  progetti di connessione tra i musei dei Poli museali, ora Direzioni regionali, con i tanti attori territoriali.

Progetti di alto   livello progettuale, assolutamente interessanti non solo in confronto con il panorama nazionale, ma anche con quello europeo verso il quale possono essere considerati come esemplari.

“Musst è un progetto che ha  toccato  un tema fondamentale – ha detto Antonio Lampis, Direttore Generale dei Musei del Mibact –  quello della governance partecipata, sostenibile, di cui anche l’Anno europeo del patrimonio culturale ne indicava la necessità”.

In quest’ottica – ha concluso il responsabile dei musei -, ha spiegato, “i Poli museali hanno sviluppato una rete di relazioni che era indispensabile per la nazione ma anche per questo ministero. Musst2 ha fatto aprire lo Stato, le regioni e i comuni a un dialogo che si riconnette molto strettamente con il privato”.

Articolo precedenteMacro, Baldassarre (Lega): “Uno scempio dissacrante davanti al Museo di Roma”
Articolo successivoCagliari-Lazio 1-2 – La Lazio ribalta in cinque minuti il Cagliari. Due acuti dei suoi tenori, Luis Alberto e Caicedo e i biancocelesti…volano