Spettacoli, Enio Drovandi: “Mia festa della vita compie 30 anni”

893

(MeridianaNotizie) Roma, 12 dicembre 2019 –  “La mia ‘Festa della Vita’ compie 30 anni e ne sono orgoglioso, perché lancio un messaggio positivo, di speranza per i giovani, d’amore per la vita, il bene più prezioso che abbiamo. Anche quest’anno ho voluto rinnovare il mio rito, non solo insieme a molti amici dello spettacolo e del cinema, ma accanto alle centinaia di persone che da tutta Italia si sono ritrovate a Roma, alla discoteca Planet, per condividere lo spirito propositivo della mia iniziativa”.

A parlare è Enio Drovandi, classe 1954, attore, scrittore e regista di teatro, originario di Pistoia, ha preso parte a numerose pellicole di successo come ad esempio “Sapore di mare”, “Tu mi turbi”, “Speriamo che sia femmina”, “Amici miei”, collaborando con registi quali Monicelli, Vanzina, Benigni, Corbucci. E chi non ricorda il simpatico personaggio del barista ‘Totip’ nella serie tv, divenuta ormai un ‘cult’, “I ragazzi della 3^ C”?

Così sono arrivati in tanti ad affollare la sua “Festa della Vita”, giunta alla trentesima edizione. Per l’occasione l’artista toscano ha distribuito premi, riconoscimenti e simpatici gadget, sotto un diluvio di musica e simpatia. Tra i premi consegnati, anche quello alla Nazionale Italiana Attori, fondata da Pier Paolo Pasolini nel 1971 e dall’attuale manager Olivio Lozzi, che lo ha ritirato.

Un evento che Drovandi ha fortemente voluto dopo che nel 1990, in seguito a un bruttissimo incidente stradale, finisce in coma, per poi risvegliarsi quasi per miracolo. Un fatto che segna per sempre la sua vita, che lui decide di omaggiare con una festa ad hoc. Nel corso degli anni questa idea fa il giro del mondo per la sua originalità. Perfino giornali come El Pais e Times hanno deciso di scriverne.

“Un appuntamento che idealmente abbraccia tutti – conclude Drovandi – e ci ricorda che la vita va vissuta senza rimpianti, ma con grande semplicità, armonia e con un grande sorriso che non deve mai mancare”.

Antonio De Angelis

Articolo precedenteNettuno, la scuola San Giovanni a porte aperte
Articolo successivoPontina, scontro tra auto: 3 feriti