Pomezia, Fucci (Lega): Illegittima la deliberazione di aumento dell’addizionale comunale Irpef

539

(MeridianaNotizie) Ardea, 17 dicembre 2019 – Il 2 dicembre il consiglio comunale di Pomezia approvava  con 15 voti favorevoli, 4 contrari ed un astenuto, la deliberazione n. 109  «Modifica al regolamento per la disciplina dell’addizionale comunale all’Irpef a decorre dall’anno di imposta 2020». Un atto che ha suscitato diverse polemiche per conto di alcuni rappresentanti di minoranza del consiglio comunale, intervenuti sull’argomento.

«E’ illegittima la deliberazione con la quale il M5S ha aumentato l’addizionale comunale IRPEF – denuncia  il consigliere comunale Fabio Fucci – La stessa, infatti, è stata approvata dalla maggioranza grillina senza il necessario parere del collegio dei revisori dei conti comunali che, si ricorda, agiscono tramite un controllo preventivo degli atti finanziari dell’assemblea cittadina».
Nella testo della citata deliberazione si legge che sarebbe stato «acquisito agli atti il parere favorevole dell’organo di revisione economico finanziaria rilasciato ai sensi dell’articolo 239, comma 1, lettera b), n. 7 del d.Lgs. n. 267/2000». Ma a quanto pare, sentendo il consigliere della Lega così non è.
«A questo punto – aggiunge Fucci  – propongo che dopo l’annullamento la maggioranza grillina non prosegua con quell’assurdo aumento delle tasse. Il sindaco Zuccalà e la sua maggioranza del M5S sono l’amministrazione che da una parte aumenta le tasse ai cittadini e dall’altra continua a percepire per sé stipendi aumentati e gettoni di presenza dei consiglieri comunali gonfiati rispetto alle tabelle di legge. Un’intollerabile ingiustizia che i nostri concittadini non meritano».
Il consigliere comunale ha così diffidano il sindaco, segretario generale, dirigente, assessore dei servizi finanziari, presidente del consiglio comunale, presidente della commissione e collegio dei Revisione dei Conti, ciascuno per la propria responsabilità e competenza, a presentare al consiglio comunale una proposta di deliberazione di annullamento in autotutela della deliberazione di consiglio.
«Mantenere  l’accertata illegittimità – conclude Fucci –  causerebbe un consistente contenzioso nei confronti dell’ente da parte dei soggetti che riterranno contro legge, a ragione, l’aumento dell’addizionale comunale IRPEF. Per questo motivo ho intimato all’amministrazione di farlo entro il termine di 5 giorni»
M.G.
Articolo precedenteCagliari-Lazio 1-2 – La Lazio ribalta in cinque minuti il Cagliari. Due acuti dei suoi tenori, Luis Alberto e Caicedo e i biancocelesti…volano
Articolo successivoAnzio, grande successo per il secondo evento del “Natale sul Mare”