Ardea, Fratelli d’Italia: “Il sostegno del Pd alla maggioranza sembra sempre più palese”

652

(Meridiananotizie) Ardea, 31 gennaio 2020 – “Il PD dica chiaramente se appoggia la maggioranza” – si apre così il comunicato stampa di Fratelli d’Italia a firma dei consiglieri Edelvais Ludovici, Roccardo Iotti, Raffaella Neocliti e Maurice Montesi.

“Purtroppo, l’inconsistenza e gli scarsi risultati della gestione Savarese – si legge nel comunicato – sono oramai sotto gli occhi di tutti. Non ci sono proposte, programmi, per fornire risposte alle problematiche di Ardea. Tutto ciò è abbastanza chiaro da tempo. Invece, quello che ci meraviglia è il cambio di passo effettuato dal gruppo consiliare del Pd: in teoria ha sempre affermato di contrastare l’operato della giunta, ma negli ultimi periodi ha iniziato a ‘flirtare‘ con il sindaco”.

“Ultimamente – prosegue il comunicato -, il rapporto sembra essere cresciuto notevolmente, tant’é che da qualche mese il sostegno del Pd alla maggioranza sembra sempre più palese. La tesi è stata confermata dai fatti proprio nei giorni scorsi, quando durante una seduta consiliare, dove si discuteva la modifica degli articoli 87 e 88 sul funzionamento del consiglio comunale, il PD è rimasto in aula mentre tutta l’opposizione è uscita. Cosi facendo, il PD è andato in soccorso al M5S. Ora chiediamo ai dem: il Pd sostiene Savarese? E questa domanda la rivolgiamo anche ai responsabili del partito democratico in provincia e in regione. E’ inutile continuare a tergiversare e a prendere in giro i cittadini, dicano la verità senza tentare giustificazioni parlando di condivisione di temi”.

“Qui non si tratta di condividere le proposte – precisano da Fratelli d’Italia -, qui si tratta di un partito (il PD) che ad Ardea da tempo sostiene di fatto i grillini. Sarebbe rispettoso per tutti ufficializzarlo e rendere chiara questa situazione. Noi non vogliamo entrare nelle dinamiche degli altri partiti, e immaginiamo anche che la decisione di appoggiare Savarese forse è stata presa dall’alto, però credo che chi vive sul territorio potrebbe anche dire di no a queste scelte imposte da fuori. Oppure, se si decide di portarle avanti, sarebbe giusto essere onesti e trasparenti. Si tratta di una questione di coerenza – conclude il comunicato – e noi chiediamo solo la verità”.

Articolo precedenteLazio, l’affare Giroud passa per l’Inter…anzi per Conte
Articolo successivoAlbania, oggi pomeriggio a Roma un convegno sulle possibilità di investimento