Ardea, controlli Coronavirus: 6 persone denunciate e chiusa un’attività commerciale

0
308

(MeridianaNotizie) Ardea, 16 marzo 2020 – Prosegue l’impegno della Polizia Locale di Ardea nel controllo delle osservazioni delle disposizioni contenute nei DCPM  da parte di commercianti e cittadini.

I caschi bianchi di via Laurentina hanno effettuato controlli serrati sui veicoli in transito nel territorio,  in particolari nei varchi d’accesso  con i Comuni confinanti, nonché nei confronti  di tutti gli esercizi commerciali dislocati su tutta l’area del Comune di Ardea.​
L’attività estesa e continuativa, effettuata dall’ 11 Marzo e fino alla mattinata del 15, ha dato luogo ai seguenti numeri:​ Oltre 240 le persone controllare;​ n. 6 persone denunciate all’AG poiché non ottemperanti al dispositivo di cui ai DPCM emessi dal Governo;​ oltre 150 gli esercizi controllati;​ n. 1  titolare di esercizio commerciale denunciato all’AG con chiusura dell’attività.​
I controlli proseguiranno senza sosta nel corso dei prossimi giorni.​
Intensa è anche l’attività eseguita senza sosta con gli uomini della CRI con i quali si è proceduto alla consegna di generi alimentari raccolti dagli esercenti che hanno aderito alla richiesta di raccolta del Comune di Ardea, che ha permesso sinora la consegna di medicinali ad oltre 40 famiglie.​
“Questo COC – dichiara il comandante della polizia locale Sergio Ierace – sta lavorando sul territorio al fine di prevenire per quanto possibile gli spostamenti non necessari o rischiosi per i cittadini a rischio, offrendo assistenza, ciò in relazione al lavoro che si sta svolgendo nella Sala Operativa allestita presso il Comando del Corpo.  Il lavoro svolto in stretto contatto con la ASL e la CRI, viene eseguito al fine di avere un coordinamento nel Centro Operativo Comunale, ove si è predisposta una procedura operativa che, a fronte delle notizie raccolte, permette di circoscrivere aree a maggior rischio contagio calcolando i residenti;​individuare tutti coloro che, appartenendo a categorie deboli o maggiormente a rischio (disabili ed anziani) che hanno la necessità e devono essere supportati per restare presso il proprio domicilio;​ definire i percorsi ottimizzati per l’eventuale distribuzioni di farmaci e beni alimentari.​ Ciò al fine di limitare gli spostamenti sul territorio comunale  dei soggetti sopra individuati verosimilmente esposti a contagio”.​
“Come già comunicato con gli allertamenti COC – aggiunge il comandante -ricordo che per ogni segnalazione sul territorio è disponibile il numero 06.87609560 utile per comunicare, come già fatto da diversi cittadini, problematiche riconducibili all’emergenza sanitaria in atto. Ringrazio i cittadini per la collaborazione fin qui fornita”.
M.G.