Coronavirus, Baldassarre (Lega): “Ospedale Covid, scelta Palestrina per ragioni politiche? Attivare subito unità di crisi regionale”*

0
390
(MeridianaNotizie) Palestrina, 28 marzo 2020 – “Una scelta davvero ‘singolare’ quella della Regione Lazio e della ASL Roma 5 di individuare l’ospedale di Palestrina, comune di 25mila abitanti, per diventare il nuovo presidio Covid-19 dell’area est della provincia. Non era forse preferibile puntare su un comune meglio collegato rispetto alla località sui monti Prenestini? Vogliamo sperare che la scelta non sia stata influenzata da motivi ‘politici’ più che tecnico-organizzativi, dal momento che al governo di Palestrina vi è una amministrazione di opposizione”.Cosi in una nota l’Eurodeputata della Lega, Simona Baldassarre, membro della Commissione Sanità. “L’ospedale Coniugi Bernardino, è stato selezionato senza informare preventivamente il Comune e senza averne nemmeno discusso con gli altri componenti del Consiglio Regionale. Una perfetta decisione calata dall’alto – prosegue l’europarlamentare – dal giorno alla notte, quando altri nosocomi riconvertiti in Covid Hospital hanno invece avuto oltre una settimana per prepararsi. Adesso ci aspettiamo, quanto meno, che medici, infermieri e oss, vengano dotati di tutti gli strumenti protettivi per lavorare in sicurezza. Opportuno e intelligente sarebbe attivare, inoltre, una unità di crisi regionale che comprenda le eccellenze del sistema sanitario locale e i rappresentanti politici di maggioranza e opposizione, per concertare e condividere, prima di renderle operative – conclude Baldassarre – scelte di vitale importanza per il territorio”.