Giovanni Fois, Protezione Civile Airone Ardea: “Non ci spieghiamo perché siamo stati esclusi dal COC”

0
422

(Meridiananotizie) Ardea, 14 marzo 2020 – Giovanni Fois, Coordinatore Generale del Nucleo Operativo Airone della Protezione Civile di Ardea, Struttura Ufficiale di Protezione Civile del Comune di Ardea, è alquanto perplesso riguardo l’esclusione del suo gruppo dal COC (Centro Operativo Comunale), unità quest’ultima costituita dal Sindaco Mario Savarese per fronteggiare l’emergenza scaturita dalla diffusione del Covid-19.

“In passato – dichiara Fois – abbiamo sempre collaborato con l’amministrazione locale e non ci spieghiamo ora, perché veniamo esclusi o meglio, non considerati, visto che dal Comune di Ardea non abbiamo ricevuto inviti a partecipare al COC con le consuete mansioni di coordinamento svolte in precedenza stabilite con decreto del Comandante di Polizia locale di Ardea n. 1079/11 del 2011. Inoltre, il COC (Centro Operativo Comunale) è inteso come struttura operativa del comune in cui si organizzano – sia nel tempo ordinario che sotto emergenza – le attività di protezione civile (clicca qui) e per questo escluderci da tale organizzazione è una grave mancanza”.

“E’ anche doverosa una mia precisazione – aggiunge Fois – riguardo il nostro intervento presso l’Ospedale Spallanzani di Roma, dove siamo intervenuti a seguito di una richiesta del Coordinamento Regionale del Lazio e non attraverso una segnalazione del Comune di Ardea. Questo a testimonianza che a tutt’oggi, l’Amministrazione Locale, sta perdendo l’opportunità di offrire alla cittadinanza un ulteriore supporto di assistenza che la Protezione Civile ha sempre garantito in questo territorio”.

“Noi riteniamo che – conclude Fois – essendo gli unici deputati ad intervenire in questi casi di emergenza sociale, così come in tante altre situazioni di crisi, il Sindaco di Ardea debba includerci nel Centro Operativo Comunale da lui costituito, assegnandoci le mansioni che il  ruolo della nostra istituzione riveste. Tra l’altro il gruppo da me coordinato, è formato da persone che risiedono tutte nell’area del Comune di Ardea per cui, oltre allo spirito innato di responsabilità, solidarietà e partecipazione agli interventi in situazioni di emergenza, che coinvolge ogni nostro membro, per noi non poter intervenire o meglio, sentirsi esclusi quando potremmo fare molto per il nostro territorio, oltre ad essere motivo di delusione, ci crea un senso di frustrazione perché sappiamo quello che potremmo fare ma, che non ci viene permesso di fare. Pertanto, in qualità di comandante del gruppo Airone della protezione Civile di Ardea, chiedo al Sindaco Mario Savarese, di includerci nel COC, affinché possiamo mettere a disposizione le nostre conoscenze e competenze necessarie a questa emergenza”.

– articolo di Massimo Catalucci