Ardea, E. Ludovici (Fdi): “Finalmente dopo anni di interrogazioni e mozioni presentate in Consiglio, apre la Farmacia Comunale”

577

(Meridiananotizie) Ardea, 21 aprile 2020 – “Apprendo dal giornale il caffè TV di Ardea e dalla pagina ufficiale del movimento cinque stelle di Ardea,  la buona notizia sulla riapertura della farmacia comunale di Tor San Lorenzo“.

“Sono lieta ed entusiasta che questa battaglia sia giunta al termine dopo svariati anni di interrogazioni, interpellanze e mozioni presentate a questa amministrazione di governo già dal 24.12 2018 ,  sulla superficialità e forse l’incompetenza a gestire un bando per la concessione delle farmacie comunali con a seguito dipendenti, cioè anche i dipendenti sarebbero stati trasferiti  a chi avesse vinto il bando di concessione”.

“Cose che non possono verificarsi in una società civile e chi guida  la macchina amministrativa deve essere in grado   di tutelare i dipendenti, fino alla fine e non trasferirli con una concessione ad un privato. Inadatto  era il bando di concessione, lacunoso sotto ogni punto di vista, giuridico, sociale e amministrativo, un bando che non dava respiro ai dipendenti comunali che si vedevano catapultati presso un’azienda privata. Un bando giuridicamente inammissibile”.

“Dopo aver fatto per alcuni anni interrogazioni, interpellanze e mozioni in consiglio comunale, su questa situazione, inviate anche  ai dirigenti di competenza, e agli organi nazionali preposti, l’amministrazione  non era in grado di rispondere  in modo esaustivo alle richieste,  e le risposte verbali non erano mai  approfondite alla richiesta”.

Sono andata avanti e il 29 novembre 2019 prot. N. 62775, ho presentato l’ennesima interpellanza all’amministrazione comunale e  a tutte le autorità preposte in materia , alla vigilanza delle farmacie comunali Asl Roma 6 (clicca qui pag_1 Pag_2 Pag_3)”.

“Nel  bando era racchiusa l’illegalità amministrativa, mi soffermo in questa interpellanza al pensiero della gestione delle farmacie, la  farmacia di Tor San doveva  riaprire,  non poteva essere chiusa, la chiusura ha determinato un’interruzione di pubblico servizio da parte di un ente pubblico ed ha comprovato violazioni tali da causare la decadenza della titolarità della stessa”.

“La mia preoccupazione si accentra poi sui  canoni di locazione pagati per   anni a fondo perduto,  con un danno alle casse economico-finanziarie  del comune di Ardea,  in quanto la farmacia comunale di Tor San Lorenzo è stata chiusa da questa amministrazione pentastellata a dicembre 2017, non ha più  prestato  un servizio alla cittadinanza , si pagavano i canoni di locazione per rimanere chiusi”.

“Sarà ora la procura della corte dei conti che chiederà  il conto. La farmacia dichiaro nell’interpellanza ‘doveva essere gestita dal Comune e dovrà tornare ad avere una funzione pubblica sociale’. Una battaglia durata nel tempo, ma risolta per beneficiare la comunità ardeatina e le casse del comune di Ardea.

Lo dichiara in un Comunicato Stampa il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, la Dott.ssa Edelvais Ludovici.

Articolo precedenteANIAS: Intervenire per imprenditori e liberi professionisti prima che sia troppo tardi
Articolo successivoArdea, Montesi (Fdi): “Sindaco, spieghi in Consiglio Comunale i benefici economici dati dalla chiusura dal 2017 della farmacia comunale”