Ardea, Neocliti, E. Ludovici, Montesi, Iotti (FdI): “Sindaco a nome della cittadinanza gradiremo comunicazioni più trasparenti e puntuali”

0
315

(Meridiananotizie) Ardea, 3 aprile 2020 – “Invece di fare mea culpa per la lentezza nell’applicazione delle misure previste dall’art. 112 del decreto ‘Cura Italia‘, attuabili già dal 17 marzo ma deliberate dall’Amministrazione di Ardea solo ieri 3 aprile con un ritardo di oltre due settimane, ci ritroviamo per l’ennesima volta ad essere bacchettati per quelli che definisce ‘malcelati interessi di immagine‘ e per aver fatto un proposta ‘provocatoriamente inattuabile‘. Come gruppo Consiliare Fratelli d’Italia ci aspettavamo invece una nota di ringraziamento dal Sindaco per aver tracciato la strada che ha portato nella serata di ieri a deliberare lo stanziamento di 370mila Euro in favore dei cittadini mediante variazione di bilancio come da noi suggerito nella missiva protocollata il giorno precedente”.

“Riassumendo – continua il comunicato stampa del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia – il Comune di Ardea si ritrova a poter gestire una cifra pari a euro 956.547‬,75 data dalla somma dei fondi provenienti dall’ordinanza del Dipartimento della Protezione Civile n.658 del 29/3/2020, del provvedimento della Regione Lazio e dalla variazione di bilancio da noi proposta e deliberata nella serata di ieri”.

“Inoltre – aggiungono i consiglieri – come avevamo informato ieri, entro pochi giorni si potrà provvedere ad una ulteriore variazione di bilancio, che permetterà di utilizzare anche le quote capitali delle rate dei mutui della cassa depositi e prestiti, che verranno congelate per quest’anno e differite al prossimo come da proposta dell’ANCI. Non è finita qui. Abbiamo proposto al Sindaco, la devoluzione degli stipendi degli amministratori dei mesi di marzo e aprile. Noi consiglieri di Fratelli d’Italia rinunciamo ai nostri gettoni d presenza, ma sono ben poca cosa rispetto alle indennità di sindaco, presidente ed assessori. Crediamo sia doveroso nei confronti di tutti quei cittadini che oggi hanno difficoltà nell’assicurare alle loro famiglie un pasto. Ricordando che la politica non è un lavoro ma una missione, un impegno, non possiamo utilizzare denaro pubblico in questa fase se non per l’aiuto alle famiglie”.

“Abbiamo proposto di utilizzare – prosegue il comunicato stampa – i fondi già stanziati per servizi che le società non stanno prestando a causa delle restrizioni imposte dal Governo e soprattutto di prevedere maggiore personale presso l’ufficio politiche sociali in modo da velocizzare le procedure e garantire congrui orari di apertura al pubblico”.

“Insomma – concludono i consiglieri di Fratelli d’Italia – è giunto il momento di agire e non perdere altro tempo. Sindaco a nome della cittadinanza gradiremo comunicazioni più trasparenti e puntuali, non video e comunicati di propaganda. I fondi che finora sono stati accantonati devono essere erogati immediatamente. Ci aspettiamo che nelle prossime vengano comunicate le procedure di accesso ai buoni spesa e medicinali che le famiglie stanno aspettando”.

Lo dichiarano in un Comunicato Stampa i Consiglieri Comunali di Fratelli d’Italia, Iotti, E. Ludovici, Neocliti, Montesi.