Vita, Baldassarre (Lega): Coronavirus? Per Saviano, Boldrini e Ong l’emergenza è aborto a domicilio

0
174
(MeridianaNotizie) Roma – 09 aprile 2020 – “Il mondo è devastato da un virus con morti, sofferenze e sconvolgimenti economici ma per loro, sempre gli stessi, Saviano, Boldrini, Bonino e Cappato la priorità è organizzare aborti a domicilio. Questa la loro folle richiesta scritta al Ministero della Salute, e le Ong non tardano a far mancare il loro appoggio. Loro che per anni si sono detti contro gli aborti in casa, ora nell’incorenza che li contraddistingue ne chiedono il ripristino. Ma costoro non sanno che in Italia a causa dello sconvolgimento COVID-19 sono stati rimandati oltre 1 milione di ricoveri, tra cui 510.000 interventi chirurgici? Questi ipocriti liberali, non si curano delle conseguenze che la pillola RU486 può avere sulle donne, e sembrano dimenticare che il diritto internazionale sostiene che l’aborto non dovrebbe essere incoraggiato dallo Stato. Tanto meno ridotto ad una banale procedura da farsi comodamente seduti sul divano. Tutto ciò è semplicemente inaccettabile! Vadano ad informarsi di quante donne in Italia soffrono di crisi post-aborto e dei danni procurati dal ‘farmaco incubo’, la RU486. Non si strumentalizzi questa crisi per favorire l’aborto e allungarne i termini, ma ci si adoperi per mettere in campo tutte le azioni possibili per sostenere la donna, i nascituri e la famiglia. Ci vogliono interventi forti, con l’attuazione di politiche sociali, economiche e culturali in grado di sostenere la Vita in ogni sua fase. Dal concepimento alla morte naturale.”