Covid-19, FdI, Lega, ClGpA: “Appoggiamo una politica di chiusura del paese e controlli serrati per evitare ulteriori contagi”

0
522

(Meridiananotizie) Ardea, 9 aprile 2020 – “Se si riuscisse tutti a rispettare le indicazioni del DPCM, non occorrerebbe da parte delle singole amministrazioni intervenire con misure restrittive ulteriori”.

Aprono così il loro comunicata stampa i consiglieri di Ardea, Iotti, Neocliti, E. Ludovici, Montesi (FdI), L. Ludovici (Lega), Marcucci (ClGpA), replicando ad alcuni cittadini che, ignari delle indicazioni del DCPM, continuano a girovagare per le strade senza considerare lo stato di emergenza e di allerta che la Nazione…anzi, il mondo intero sta attraversando con migliaia di morti dovuti ad un Virus micidiale.

“Constatato che nonostante vi sia la richiesta di non uscire dalle abitazioni – continua il comunicato stampa – se non per accertate necessità, ancora dopo oltre un mese di quarantena le strade sono piene di veicoli e di gente a passeggio. Chiediamo ai cittadini: cosa volete? Il tentativo di evitare e contenere il propagarsi del contagio, o la libertà di circolare?

“Per tale motivo – proseguono i consiglieri – il centro destra di Ardea si appella a tutta la cittadinanza. Siamo consapevoli che le restrizioni applicate dall’amministrazione possano essere scomode e siamo certi possano essere migliorabili, ma vi chiediamo ugualmente di rispettarle. La chiusura pressoché totale del nostro paese ci ha fino ad oggi risparmiato, rispetto purtroppo al numero dei contagi presenti nei territori confinanti. Questo lo si deve certamente alla responsabilità di ciascun cittadino, in sinergia con i ferrei controlli attuati fino a qualche giorno fa dalla nostra polizia locale”.

“Inevitabilmente, allentata la morsa dei controlli – si legge nel comunicato – i casi di contagio sono aumentati. Stiamo vivendo una situazione di emergenza mai conosciuta – puntualizzano i consiglieri – definiamola straordinaria e per situazioni straordinarie occorre mettere in campo soluzioni o strategie straordinarie. Tutti abbiamo un pensiero al prossimo fine settimana di Pasqua, tutti temiamo che i villeggianti tornino ad aprire le case con il rischio, certo e non ipotizzato, di veicolare il virus sulla nostra cittadina. Non vogliamo entrare in discussioni tecniche o accordi non rispettati da qualcuno, sicuramente appoggiamo il lavoro svolto in maniera eccelsa dalla nostra polizia locale, a corto di risorse umane e mezzi”.

Appoggiamo una politica di chiusura del Paese e controlli serrati – conclude il comunicato stampa – chiedendo di predisporre quanto necessario lasciando i varchi di maggior transito (via pratica di mare – lungomare degli ardeatini- via delle pinete- via del tempio – via laurentina) presidiati h 24 ed il passaggio consentito ai soli residenti o a quanti per motivi di lavoro transitano le nostre strade e logicamente ai soccorsi. Ringraziamo ancora una volta l’impegno del Comando di Polizia Locale di Ardea”.