Ardea, “Potere al Popolo C.R.L.S.” chiede al Sindaco l’assunzione degli O.E.P.A.

0
390

(Meridiananotizie) Ardea, 29 maggio 2020 – Gli Assistenti Educativi Culturali (ora denominati OEPA – Operatori Educativi per l’Autonomia) devono essere assunti nell’organico del Comune di Ardea per l’internalizzazione della loro figura professionale.

Potere al Popolo Castelli Romani e Litorale Sud chiede alla Giunta Savarese di passare ai fatti. Gli OEPA/AEC lavorano nelle scuole e si occupano di favorire l’inclusione scolastica e l’autonomia degli studenti con disabilità.

Parliamo dunque di lavoratori che svolgono una mansione di primaria importanza all’interno del servizio pubblico scolastico. La loro mansione è l’erogazione di un servizio la cui esistenza è qualificante per lo stesso servizio pubblico scolastico, perché è premessa necessaria per l’accesso ad esso da parte di ragazzi con disabilità.

Ovviamente nell’ambito dello smantellamento dell’istruzione pubblica e dei servizi sociali erogati dallo stato ai cittadini, anche questo servizio è stato messo in discussione. E’ così che nella Città di Ardea, il servizio degli OEPA/AEC è attualmente affidato a capitalisti con
vocazione affaristica nel campo del (finto) cooperativismo sociale. E’ così che un servizio tanto importante per il buon funzionamento del sistema scolastico viene messo alla mercé di un settore particolarmente avido del padronato, cioè quei capitalisti che adottano il paravento legale del cooperativismo sociale (e tutti i comfort che comporta per il “socio padrone” della cooperativa in termini fiscali e di retribuzione del lavoratore) per massimizzare i propri profitti.

Gli OEPA/AEC devono migliorare le loro condizioni lavorative con garanzia di continuità operativa ed economica e, quindi, deve chiamare in causa l’Amministrazione Comunale di Ardea, contro la diffusa tendenza alla privatizzazione dei servizi pubblici, alimentando così il collegamento con altri settori colpiti (raccolta rifiuti, trasporto pubblico, ecc.) e di fatto, prendendo il toro per le corna: sradicare situazioni di sfruttamento come quelle che vivono gli OEPA/AEC significa sradicare il sistema delle privatizzazioni e il sistema politico che le promuove.

Potere al Popolo Castelli Romani e Litorale Sud invita a fare pressione, anche dall’interno, sulla Giunta M5S che, nel rispetto delle logiche nazionali, aveva promesso di arrestare i processi di privatizzazione, ad iniziare dal servizio svolto dagli OEPA/AEC.

L’emergenza sanitaria in corso (anzi, la volontà padronale di scaricarla sulle spalle dei lavoratori) costringe i lavoratori OEPA/AEC a casa e per il momento senza stipendio. Questo è quello che devono fare anche tutti i lavoratori delle cooperative che hanno contratti anomali, i lavoratori precari e interinali che in questo momento di emergenza stanno perdendo in massa il loro posto di lavoro.

Nessuno deve perdere il posto per l’emergenza Covid-19 o rimanere senza stipendio, neanche e a maggior ragione chi un posto sicuro non lo aveva neanche prima!

Lo dichiarano in Comunicato Stampa “Potere al Popolo Castelli Romani e Litorale Sud