Ardea, Iotti-Neocliti (FdI): “E’ una commedia la faccenda del mercato a Tor San Lorenzo. L’Amministrazione trovi presto una soluzione”

0
397

(Meridiananotizie) Ardea, 16 giugno 2020 – Sta prendendo le sembianza di una commedia la “faccenda mercato di Tor San Lorenzo”.

Il 18 maggio, come previsto dalla fase 2, i mercati rionali potevano riprendere a lavorare, e proprio questo fu uno dei punti della commissione attività produttive svoltasi il 5 maggio. In particolare il trasferimento oltre che l’ apertura del mercato di Tor San Lorenzo, relegato ormai da tempo in una posizione che lo ha portato da oltre 100 banchi a meno di 30.

La richiesta degli ambulanti di trasferimento sembrava finalmente essere stata accolta dall’amministrazione, tanto che nella stessa commissione fu riferito che nulla ostava a posizionare il mercato in via del Pettirosso, con una soluzione transitoria fino a trovare al più presto una collocazione definitiva. Veniva riferito, come da verbale videoregistrato, di aver superato tutti i motivi ostativi compreso quello sulla viabilità e si attendeva la delibera di giunta. Tale soluzione venne condivisa favorevolmente da tutta la commissione. Passò il 18 maggio e il mercato non poté riaprire a seguito di problematiche sulla viabilità che l’amministrazione aveva dichiarato non esserci.

Contattati gli ambulanti, dopo vari incontri, l’amministrazione propose il trasferimento del mercato nella piazza del Patio. La polizia locale previo sopralluogo  da parere favorevole per la viabilità. Si elabora il progetto, si fa la delibera. Quando finalmente sembra che tutto possa partire, rispettando le indicazioni sulle misure di contenimento del Covid 19, giunge oggi la notizia che per problemi di viabilità la Piazza non potrà ospitare il mercato, nonostante sia stata adottata di giunta la delibera 58 del 3 giugno con allegati parere di viabilità e pianta del mercato.

Viene spontaneo chiedersi se l’amministrazione stia giocando con dei padri di famiglia che desiderano lavorare, o se mostrino ancora una volta lo loro incapacità. La prassi avrebbe voluto che  prima di deliberare venissero  fatti i necessari controlli,  interpellate tutte le parti, anche i commercianti del posto.

Qualcuno vocifera la possibilità di ospitare il mercato nel parco, quel parco assegnato da pochi giorni ad una associazione, che probabilmente, invece di eseguire la manutenzione da sola, godrebbe della pulizia che porterebbe la presenza del mercato.

Si richiede pertanto una immediata commissione attività produttive per fare chiarezza e trovare tempestivamente una soluzione per chi vuole e deve lavorare.

Lo dichiarano in un comunicato stampa i consiglieri di Fratelli d’Italia, Raffaella Neocliti e Riccardo Iotti