Bando pubblico per le scuole, Fratelli d’Italia Ardea: “La Giunta Savarese colga le opportunità per il territorio”

0
427

(Meridiananotizie) Ardea, 8 luglio 2020 – “Una Giunta, quella del Sindaco Savarese, inadeguata – dichiarano dal gruppo consiliare di Fratelli d’Italia – e che, oltre ad essere presuntuosa, arroccandosi tra le proprie ‘stanze’ di maggioranza, facendo credere di ascoltare anche le proposte provenienti dall’opposizione, fa le orecchie da mercante e nel contempo, fa perdere ai cittadini opportunità importanti per migliorare la qualità della loro vita nel comune rutulo”.

I Consiglieri di Fratelli d’Italia, Iotti, Montesi, E. Ludovici, Neocliti, affondano i colpi nei confronti dell’Amministrazione Comunale a cui rimproverano un’immobilità gestionale del territorio ed in particolare, in questo specifico caso, la mancata presentazione del Comune di Ardea al Bando di cui all’avviso “PON – Adeguamento spazi e aule” nr. 13194 del 24/06/2020 e pubblicato al seguente link: Fondi Strutturali Europei.

Già in data 3 luglio u.s., avevamo pubblicato sul nostro giornale (clicca qui) il sollecito del gruppo Consiliare di Fratelli di’Italia nei confronti del Sindaco Savarese, affinché quest’ultimo non facesse scadere i termini di presentazione del suddetto Bando e che erano stati fissati al 3 luglio c.a.. A quanto sembra, ad oggi il Comune di Ardea, rispetto ad altri Comuni limitrofi, non ha presentato nessuna domanda di partecipazione.

“E’ strano – aggiungono nel loro comunicato stampa i Consiglieri di Fratelli d’Italia – che un Sindaco che ha sempre lamentato a quelli di prima di aver lasciato una città nei debiti e per cui dichiarò il Comune in dissesto, rifiuti di portare ad Ardea soldi che potrebbero migliorare la qualità delle nostre scuole. Questa incoerenza o forse è il caso di dire, incapacità di gestire il bene comune, stanno creando danni notevoli ad una città che, ai suoi tanti  problemi, quest’anno ha dovuto aggiungere anche quello dell’emergenza epidemica data dal Coronavirus (Covid-19). L’incapacità di gestire il bene comune con la ‘diligenza del buon padre di famiglia’, comincia ad essere sempre più evidente, da parte del Sindaco Savarese e della sua Giunta, tant’è che non possiamo parlare di casi sporadici…tutt’altro.”

“E’ sotto gli occhi di tutti il caso delle farmacie comunali – aggiungono da Fratelli d’Italia – e la decisione del Consiglio di Stato di rigettare il ricorso presentato al TAR dal Comune di Ardea nei confronti di una Farmacista locale, ponendo l’Amministrazione Savarese in una posizione di difetto e dando ragione alla controparte.”

“Senza pensare alla questione dei Consorzi – prosegue il comunicato stampa – che nasconde non poche perplessità e che, dopo tanto lavoro prodotto con dedizione dall’ex Presidente Giovannella Riccobono, trovatasi quest’ultima nell’impossibilità di continuare il percorso di regolamentazione degli Enti Consortili intrapreso dalla sua commissione, per le ripetute ed evidenti assenze dei dirigenti, del sindaco, oltre la mancanza di produzione della documentazione richiesta dai commissari di minoranza e che non hanno permesso la produzione di un atto della Commissione da quando è stata costituita in quest’ultima legislatura, la stessa Riccobono è stata costretta a dare le dimissioni. E’ evidente che questa Giunta l’unica cosa che ha veramente, a cuore, sono le ‘poltrone‘ della maggioranza di governo in Consiglio Comunale. Tutto il resto è solo propaganda elettorale.”

I consiglieri di Fratelli d’Italia, dopo aver elencato quelle che secondo loro sono le pecche di una gestione inadeguata della Giunta a 5 stelle, ritornano sul bando PON del MIUR e chiedono al Sindaco, anche alla luce della proroga del MIUR concessa ai Comuni riguardo i termini di presentazione della domanda di partecipazione (scade il 10 luglio p.v.), di attivare i propri uffici Comunali preposti, affinché Ardea possa accedere ai contributi pubblici previsti, come hanno fatto i comuni limitrofi che a seguito della loro partecipazione al bando otterranno il beneficio economico come da tabella che segue: Pomezia €. 520.000; Anzio €.  310.000; Aprilia €. 520.000; Nettuno €. 230.000. (clicca qui per vedere la graduatoria dei Comuni del Lazio)

– articolo di Massimo Catalucci