Potere al Popolo: «Zingarè, stai facendo più danni de na guerra »

534

(MeridianaNotizie) Ardea, 5 settembre 2020 – «Zingarè, stai facendo più danni de na guerra ». La lettera del movimento Potere al Popolo indirizzata al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Caro Zingaretti, cosa accade ai Castelli te lo spiegano i cittadini…

«Come nelle migliori tradizioni, in clima di campagna elettorale vengono “calati”, dalle diverse fazioni in contesa, pezzi da undici che a malapena conoscono il territorio in cui vengono invitati per il loro siparietto (vedi Salvini che la scorsa settimana proprio ad Albano ha esordito con un “ciao Ariccia”), figuriamoci se ne comprendono i problemi dei quali spesso ne sono stati artefici o, nella migliore delle ipotesi, silenti conniventi di politiche di distruzione dei territori.

Per questo l’altra sera ad Albano ad accogliere Zingaretti, intervenuto a sostegno della candidatura di Massimiliano Borelli, c’erano tante persone che in questi anni, riuniti in comitati, hanno portato avanti battaglie dando voce ai nostri territori avvelenati da una gestione rifiuti proficua per le tasche dei soliti, e che oggi si ritrovano con la minaccia di aperture di TMB con discarica annessa, salvaguardando i profitti di pochi con buona pace per la salute dei cittadini, che oltretutto vengono ingannati da un piano rifiuti che favorisce l’imprenditoria “verde” biogassista che riesce a lucrare sugli enormi incentivi pubblici estorti dalle nostre bollette luce e gas.

Territori che hanno sperimentato, con la chiusura di presidi ospedalieri e consultori, la mannaia dei tagli alla sanità. E così noi cittadini, che ci ammaliamo anche per la poca salubrità dell’ambiente in cui viviamo, tra discariche e incendi che liberano diossina, ci ritroviamo a doverci curare sfidando le enormi liste d’attesa, mentre una pioggia di denaro viene dirottata verso i privati che lucrano sul nostro bene più prezioso.

Lo spregio nei confronti dell’ambiente e dell’economia di questi territori è anche riassumibile nel supporto finanziario alle due grandi opere scempio, la bretella Cisterna-Valmontone e l’autostrada Roma-Latina, che stravolgeranno enormi fette di terreni agricoli e recheranno danno irreparabile al gioiello ambientale del lago di Giulianello e alla riserva naturale di Decima Malafede. Devastazioni ambientali che pagheremo duramente in termini di sostenibilità e salubrità.

Insomma, Zingare’, stai facendo più danni de na guerra. Lasciatelo dire da quelli che, fuori dai palazzi, ne stanno facendo le spese sulla propria pelle e che “di stare buoni”, come ci hai chiesto di fare ieri sera, proprio non ne vogliono più sapere!».

Potere al Popolo

 

 

Articolo precedenteItaliani bloccati all’estero: tante lettere di protesta inviate a Conte
Articolo successivoArdea, discariche abusive: La polizia Locale sanziona cinque società per gettito incontrollato di rifiuti