Scuola, Il Comune: “Facciamo chiarezza sulla vicenda dell’IC Ardea 2”

0
348

(Meridiananotizie) Ardea, 29 settembre 2020 – A seguito dei fatti che stanno coinvolgendo il plesso scolastico “IC Ardea 2“, che vede i genitori sul “piede di guerra” nei confronti dell’Istituzione scolastica locale che non riesce a garantire il regolare inizio e proseguimento delle attività scolastiche (clicca qui); nel susseguirsi di polemiche che ruotano intorno alla vicenda; l’Amministrazione Comunale, a cura dell’Assessorato ai Servizi Educativi e Scolastici, ha emanato un Comunicato Stampa per cercare di fare chiarezza sulle tempistiche e sulle responsabilità di quanto sta accadendo nelle scuole di Tor San Lorenzo – Ardea.

“Alla presenza di alcuni docenti – si legge nel comunicato stampa – (fra cui il dimissionario referente Covid) e di una rappresentanza sindacale (Anief) il Sindaco Mario Savarese e l’Assessore ai Servizi Educativi e Scolastici, Sonia Modica, abbiamo effettuato un sopralluogo nel plesso scolastico di Campo di Carne, IC Ardea 2. A seguito del sopralluogo, è stata rilevata l’inadeguatezza delle misure interne relative al protocollo ‘anti-covid-19’, fra cui:

cartelli segnaletici con indicazione delle vie d’accesso e d’uscita,
segnaletica a terra per percorsi guidati e accesso differenziato, elementi separatori degli spazi,
indicatori della distanza minima in fase d’ingresso,
ulteriori descrizioni sotto forma di indicazioni per le procedure di sicurezza e di intervento in aula d’emergenza anti-covid-19,
attrezzature di sanificazione utili, fra cui termo-scanner per la rilevazione della temperatura dei casi osservabili a rischio.”

Quello di oggi non è il primo sopralluogo effettuato dall’Amministrazione Locale e dall’Assessorato di competenza, ne sono stati fatti altri in precedenza fra cui uno ai primi di settembre proprio col dirigente scolastico, il quale aveva assicurato ai presenti, spiegandolo, che avrebbe potuto disporre i ragazzi nel rispetto delle norme sul distanziamento.

“Viste le risoluzioni adottate dal Dirigente scolastico che ha assunto, ulteriormente, a quanto già prorogato con ordinanza del Sindaco, ennesima proroga per l’avvio dell’anno scolastico e senza che questo abbia prodotto l’esito di un’adeguata strategia di contingentamento negli spazi disponibili, con relativa gestione del protocollo ‘anti-Covid, l’Amministrazione comunale, agirà secondo le seguenti linee:

Invio di resoconto sulla situazione rilevata nel sopralluogo attuale e completo di apparato documentario relativo, rivolto ai responsabili MIUR (direzione generale, Ispettorato), facendo seguito a quanto indicato, telefonicamente, dall’Assessore ai Servizi Educativi e Scolastici all’Ispettore ministeriale, Gennaro Palmisciano, in merito alle condizioni di criticità segnalate dalla componente genitori del Consiglio d’Istituto di Ardea 2, proprio relativamente ad una mancata ottemperanza delle prassi di Protocollo anti-Covid;
Richiesta di intervento ai fini dell’organizzazione interna dell’Istituzione scolastica, nei confronti della quale l’Amministrazione comunale non ha diretta possibilità d’iniziativa per competenza, avendo già effettuato i lavori concordati di manutenzione ordinaria entro la data prevista inizialmente (14 settembre) per l’avvio dell’anno scolastico e rimanendo in contatto continuo con l’istituzione scolastica attraverso i propri uffici per eventuali evenienze;
Richiesta di valutazione delle ragioni d’incompatibilità instauratesi con gli organi interni alla scuola che, insieme alla carente comunicazione esterna, non permette di effettuare un’adeguata pianificazione degli interventi e delle attività necessarie per coadiuvare qualsiasi attività, utile a limitare le situazioni di criticità ambientale, soprattutto nelle circostanze dell’emergenza Covid (D-Lgs 297/94 artt. 468-469).”