Serie A, Lazio Bologna 2-1. Una magia di Luis Alberto, la “testata” di Immobile, le parate di Reina e i biancocelesti conquistano tre punti importanti

0
377

(Meridiananotizie) Roma, 24 ottobre 2020 – Luis Alberto, detto “il Mago“, accende con una delle sue prestigiose giocate la platea dello stadio olimpico, purtroppo, semideserto per i noti fatti pandemici e apre la strada alla vittoria della Lazio contro un Bologna mai domo.

Poco più tardi, il solito “cecchino” d’area Ciro Immobile, si avventa su un pallone rovesciato da Fares al centro del rettangolo piccolo del portiere emiliano e di testa insacca per la seconda rete della Lazio valida anche come 128° gol per il marcatore biancoceleste che, questa sera, con l’ennesima segnatura supera nella classifica di tutti i tempi della prima squadra della Capitale, un altro grande bomber, Beppe Signori, portandosi al secondo posto dietro il mitico Silvio Piola.

Ad accorciare le distanze per il Bologna l’ex De Silvestri che di sinistro gira in porta alla sinistra di Reina, un palla messa al centro dell’area da Santander.

Strepitoso Reina su altri due tiri dalla distanza. Bravo a distendersi alla sua sinistra e deviare in angolo.

Le reti, tutte nella seconda parte della gara. Lazio molto cinica che sfrutta al massimo le occasioni che ha avuto, prima per sbloccare la partita e poco dopo per vincerla. Infatti, il Bologna ha tirato verso la porta 18 volte e colpito una traversa su punizione segnando un gol ma, la Lazio con 7 tiri in porta di cui 4 nello specchio e 2 gol all’attivo.

Le dichiarazioni degli allenatori nel post-gara

S. Inzaghi – “Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile anche per la gara di Champions League dove abbiamo speso molto in fatto di energie. Questa di stasera è stata una partita aperta, contro un Bologna che sta facendo molto bene. Riguardo i cambi e la possibile contrarietà di Luis Alberto per la sua sostituzione, dico che io devo dare equilibri alla squadra e applicare un turn over per competere a tutti i livelli delle competizioni che dobbiamo affrontare. In questo momento ho delle problematiche di organico causa infortuni: Luiz Felipe, Milinkovic, Radu, Lulic, sono titolari importanti per la squadra e devo sostituirli al meglio e coloro che sono entrati hanno fatto molto bene. Sui nuovi: Pereira, Muriqi, Fares, Escalante, si stanno inserendo piano piano nei nostri schemi, e tra i nuovi arrivati, solo Hoedt è quello avvantaggiato perché conosce già il nostro sistema di gioco.

Inzaghi su Immobile – “Penso che Ciro ha parlato in questi anni con le prestazioni e a chi lo critica lui risponde con i fatti, è un valore importante sia per la Nazionale che per la Lazio.

Riguardo i prossimi impegni dei biancocelesti Mister Inzaghi risponde così: “In questo momento dobbiamo rimanere concentrati abbiamo 4 trasferte in cinque gare: Brugge (Champions League “trasferta”), Torino (Serie A “trasferta”), Zenit trasferta (Champions League “trasferta”), Juventus (Serie A “casa”), Crotone (Serie A “trasferta”) e il turn over sarà importante, ognuno deve dare il massimo.

Siniša Mihajlović – “Purtroppo giochiamo meglio degli avversari ma poi andiamo a casa con zero punti. Al primo errore che facciamo veniamo penalizzati. Abbiamo fatto bene e avuto molte occasioni. E’ un momento difficile e bisogna rimanere sereni e continuare a lavorare. Per vincere però, bisogna fare qualcosa in più. Noi continuiamo ad andare per la nostra strada e le prestazioni in queste prime cinque partite ci sono sempre state e la mentalità è quella giusta, anche oggi contro la Lazio non abbiamo sofferto nulla ma purtroppo al primo errore i grandi giocatori ti puniscono.

Il tabellino della gara

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric, Hoedt, Acerbi; Marusic (42° pt Lazzari), Akpa Akpro, Leiva (42° pt Escalante; 34° st Parolo), Luis Alberto (34° st Pereira), Fares; Correa (19° st Muriqi), Immobile.

A disp.: Alia, Luiz Felipe, Vavro, Djavan Anderson, Caicedo. All.: Simone Inzaghi.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Hickey (44° st Denswil); Schouten, Svanberg (27° st Baldursson); Orsolini (36° st Vignato), Soriano, Sansone (36° pt Santander); Palacio (27° st Barrow).

A disp.: Da Costa, Paz, Calabresi, Mbaye, Dominguez, Kingsley, Rabbi. All.: Sinisa Mihajlovic

MARCATORI: 9° st Luis Alberto (L), 31° st Immobile (L), 46° st De Silvestri (B)

NOTE: Ammoniti: Acerbi, Hoedt, Akpa Akpro (L); Tomiyasu, Svanberg (B). Recupero: 2′ pt, 4′ st.

– articolo di Massimo Catalucci