Sociale, Flash Mob in XV Municipio per dire no alle violenza sulle donne

0
468
SOCIALE – FLASH MOB IN XV MUNICIPIO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE: “UN ALBERO DI MIMOSA A MEMORIA DI TUTTE LE VITTIME DI FEMMINICIDIO A ROMA, PIANTATA DOVE DOVREBBE SORGERE L’ISOLA ECOLOGICA”.

(MeridianaNotizie) Roma, 30 novembre 2020 – La piantumazione di un alberello di mimosa e un flashmob delle donne dei comitati di quartiere Cerquetta, La Storta, La Giustiniana, Olgiata per dire basta alla violenza e stop ai femminicidi: questa l’iniziativa promossa  a Roma in via Enrico Bassano dall’imprenditrice Valeria Valbona Velo, attivista sul territorio del XV° municipio e che ha visto la partecipazione dell’onorevole Simona Baldassarre, europarlamentare della Lega.

‘Potranno tagliare tutti i fiori ma non fermeranno mai la primavera’, “abbiamo scelto di inserire i versi di questa splendida poesia di Pablo Neruda sui volantini di questo flashmob perchè crediamo che il coraggio di denunciare qualsiasi tipo di abuso, fisico, psicologico, morale, sia lo step principale dal quale ogni donna vittima di violenza debba partire per uscire dal tunnel dell’ incubo che è costretta a subire – ha detto ai numerosi presenti all’iniziativa la signora Velo – l’abuso perpetrato tra le mura domestiche dal proprio compagno è, purtroppo, la forma più diffusa e più subdola di violenza perchè innesca traumi psicologici da cui è molto difficile uscire fuori”.

L’Europarlamentare Simona Baldassarre ha ribadito “essere fondamentale il diritto all’equità tra uomo e donna” e ha ricordato anche “la presenza del numero verde 1522 dedicato alle donne vittime di maltrattamenti. La Baldassarre ha rimarcato però che “alle tante chiamate in aumento quest’anno sono seguite poi solo il 14% delle denunce effettive degli abusi subiti. Questo perchè  prevale la paura di ritorsioni ancora più efferate, se la legge non interviene prontamente quando una donna denuncia la violenza. Proprio per incentivare il coraggio alla denuncia – ha detto, inoltre l’onorevole Baldassarre – è stato presentato dalla Lega la legge denominata ‘Codice Rosso’, in base al quale dalla denuncia di abuso possono passare solo massimo tre giorni e poi il magistrato deve intervenire nei confronti dell’aggressore”.

Al tronco dell’alberello di mimosa sono stati poi attaccati dalle signore presenti al flashmob tanti nastrini colorati e un grande cuore bianco su cui sono stati scritti pensieri dedicati all’universo femminile e le firme dei partecipanti.

Al flashmob non sono mancati momenti di protesta per la previsione da parte del Comune di Roma di un’isola ecologica proprio nell’area verde dove è stata piantata la mimosa:”Ci batteremo affinchè quest’ennesima imposizione assurda della Raggi non diventi realtà – hanno tuonato le rappresentanti dei comitati cittadini come ‘Viviamo la Cerquetta’ – evidentemente la sindaca non sa che qui di fronte c’è l’istituto scolastico ‘Amaldi’ che va dalla materna alle secondarie. I bambini e i ragazzi non devono avere una sorta di discarica davanti alle loro aule, questo piccolo polmone verde deve diventare un parco attrezzato per i giochi e le famiglie, non certo una discarica di quartiere”.